Cronaca

La fotografia del centro: il 23% dice di frequentarlo meno. I parcheggi la principale criticità

Il centro storico di Cesena come sta? Tiene, ma non mancano segni di scricchiolio e punti critici, tra cui accesso e parcheggi

Il centro storico di Cesena come sta? Tiene, ma non mancano segni di scricchiolio e punti critici, tra cui accesso e parcheggi. E' l'esito del monitoraggio sul cuore della città, curato da Iscom Group per “Zona A”, il consorzio che mette assieme Comune e associazioni di categoria. Si tratta, con le parole del sindaco Paolo Lucchi, di un'analisi di mercato “di tipo aziendale per indirizzare le politiche”. La fotografia che emerge è a luci ed ombre, ma resta l'elemento identitario del centro, che è da sostenere concentrando gli sforzi.

Spiega Anna Lusa, referente di Iscom Group: “Sono state realizzate due tipi di indagine: la prima su un campione casuale di frequentatori del centro storico, con 311 interviste, la seconda su cento titolari di attività economiche. Emerge che il motivo centrale per la visita in centro è il tempo libero e lo shopping, con il mercato ambulante che ha un peso importante sulla frequentazione nei giorni in cui si svolge”.

I CITTADINI E IL CENTRO - Il primo dato che si evince è che per il 73% dei frequentatori la “visita” in centro storico è un'abitudine stabile, mentre per il 4% in aumento e per ben il 23% è in diminuzione. In particolare, non perde tanto tale abitudine chi vive nell'area urbana di Cesena (lo dichiara il 15% dei cittadini), ma chi viene nel cuore della città dalla zone più periferiche del comune di Cesena, dal momento che in questa categoria di cittadini ben il 31% sostiene di aver diminuito la frequentazione. Quelli che continuano ad andare utilizzano la mobilità alternativa all'auto, in primo luogo viene a piedi (32%), in bicicletta (16%), in autobus (10%), col sistema dei parcheggi scambiatori e bus (5%). L'auto resta il mezzo di trasporto del 32% degli intervistati, dato che sale notevolmente il sabato, giorno in cui diventa il primo mezzo per spostarsi in centro (53%). I motivi per venire in centro? La prima ragione è il tempo libero, oltre il 57%, la seconda gli acquisti, circa il 34%, e la terza il lavoro, 13%.

LA VALUTAZIONE DEI CITTADINI – Secondo le risposte degli intervistati i punti di forza del centro sono la fitta presenza di bar e ristoranti e la comodità del trasporto pubblico. Tuttavia il giudizio negativo arriva per le difficoltà di accesso e di parcheggio (l'unico punto con un pesante valore negativo), sia per la scarsa convenienza dei negozi e per la cura dell'arredo pubblico. Il resto riscontra giudizi mediamente buoni, dalla pulizia delle strade alla sicurezza, dalla scelta alla qualità dei negozi, dalla cortesia del loro personale agli orari di apertura. Buono anche il gradimento per i principali eventi realizzati per attirare pubblico.

LA VALUTAZIONE DEI COMMERCIANTI – Se si guardano le risposte del secondo campione, quello cioè formato da chi in centro storico ha un'attività, i giudizi si fanno più severi di quelli dei consumatori. Infatti, per l'80% dei commercianti il “giro” in centro è calato nell'80% dei casi, e questo viene riscontrato in un calo di numero di clienti (indicato dal 63% degli intervistati) e da un calo del valore degli incassi (dichiarato dal 56% degli intervistati). Anche i commercianti lamentano le difficoltà di parcheggio e accesso, così come la scarsa cura dell'arredo. Sono inoltre critici su sicurezza e pulizia, mentre promuovono la convenienza dei prezzi, dato invece oggetto di critica dei consumatori. Al top come punto di forza del centro anche i commercianti riconoscono la piacevolezza dei bar e ristoranti. Anche nel loro caso, infine, vengono promossi gli eventi. 

GLI ALTRI DATI E LE PROSSIME AZIONI DEL COMUNE ==> continua

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fotografia del centro: il 23% dice di frequentarlo meno. I parcheggi la principale criticità

CesenaToday è in caricamento