Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Savignano sul Rubicone

Dipendente comunale "cliente" del pusher, il sindaco: "Profondo rammarico"

Questa la reazione del sindaco di Savignano, Filippo Giovannini, in merito alla notizia del dipendente comunale che si allontanava dal posto di lavoro per andare a comprare la droga

"Netta riprovazione, ma anche profondo rammarico". Questa la reazione del sindaco di Savignano, Filippo Giovannini, in merito alla notizia del dipendente comunale che si allontanava dal posto di lavoro per andare a comprare la droga. "Se siamo giunti a questo tipo di verifica è grazie ai controlli interni che noi per primi abbiamo richiesto, proprio per stroncare con fermezza ogni condotta illegittima o anche solo inappropriata", evidenzia il primo cittadino.

"Comportamenti del genere sono infatti una grave offesa a tutta la comunità e a tutti i dipendenti di questa struttura che ogni giorno compiono onestamente il proprio dovere - afferma ancora Giovannini -. Noi per primi abbiamo voluto indagare e portare alla luce questa vicenda perché per questi illeciti non può più esserci la minima tolleranza".

"I provvedimenti verso chi approfitta, ai danni della collettività, della propria condizione lavorativa e della fiducia concessa devono necessariamente essere inflessibili - conclude Giovannini -. Nei confronti del dipendente si è provveduto a procedimento di sospensione cautelare con contestuale avvio del relativo procedimento disciplinare, così come è già avviato il procedimento penale nei suoi confronti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendente comunale "cliente" del pusher, il sindaco: "Profondo rammarico"

CesenaToday è in caricamento