Cappelletti col cedro candito, dopo la raccolta dei ricordi è ora di assaggiarli: le degustazioni

Per questo piatto delle feste Cesenatoday, alcuni mesi fa aveva chiesto ai suoi lettori di comunicare ricordi di casa, ricette della nonna e memorie

I cappelletti col cedro candito è una tradizione tutta cesenate da salvaguardare. Sabato 23 dicembre, dalle 18 in poi, sotto il porticato del Comune, si svolgerà un evento unico, goloso e molto natalizio. L'Accademia Italiana della Cucina, Delegazione di Cesena, offrirà un assaggio di cappelletti in brodo col cedro candito in nome di una tradizione culinaria natalizia tipica proprio della città di Cesena. Per questo piatto delle feste Cesenatoday, alcuni mesi fa aveva chiesto ai suoi lettori di comunicare ricordi di casa, ricette della nonna e memorie famigliari per raccogliere documentazione su questa tradizione radicata, al fine di preservarla e certificarla, ottenendo un risultato impensabile.

Sono state numerosissime, infatti, le mail arrivate in redazione, o i post sui social in cui si pubblicizzava l'invito a prender parte a questa condivisione virtuale di memoria collettiva. Ognuna di questa raccontava, anche in modo tenero e intimo, le abitudini diverse di preparare il compenso, le ricette diventate consuetudine alla luce di gusti particolari, l'attesa di quando da bambini non si vedeva l'ora assaggiare quel sapore un po' esotico, il fatto che Natale non era Natale se non c'era quel pizzico di cedro candito a insaporire i cappelletti. Ora dal virtuale si passerà al reale. E quei cappelletti speciali verranno assaggiati concretamente. Ovviamente l'Accademia avrebbe molto piacere che proprio coloro che hanno partecipato al progetto di certificazione della ricetta, inviando i loro ricordi sul web, fossero tra gli invitati, per condividere  il progetto di recupero della memoria culinaria anche personalmente. 

Obiettivo dell'Accademia Italiana, infatti, da anni è quello di non veder perso un patrimonio culinario antico e locale tramandato spesso a voce, di generazione in generazione. In questo caso ha voluto raccogliere più testimonianze possibili per scrivere la ricetta ufficiale dei cappelletti col cedro, presentarla al notaio e certificarne l'autenticità. Una sorta di sigillo che attesti il fatto che quel modo di cucinarli è una particolarità solo di Cesena e solo del periodo natalizio. "Alla luce di tutte le ricette arrivate - spiega Liliana Babbi Cappelletti, responsabile delle attività culturali dell'associazione e ideatrice del progetto - ne abbiamo ufficializzata una che ci è sembrata la più comune, quella che veniva cucinata a Cesena nelle case di molte famiglie. L'abbiamo fatta provare a Piergiorgio Sacchetti del pastificio Brodino che l'ha preparata e assaggiata insieme a noi. C'è piaciuta e così sabato pomeriggio, sulle 18, "Brodino" cucinerà cappelletti in brodo col cedro candito per tutti coloro che vorranno partecipare. Sarà un bellissimo evento, che ci farà sentire tutti orgogliosi di essere cesenati. A tutti gli intervenuti sarà consegnata anche la ricetta e una breve storia dell'Accademia Italiana della Cucina che da sempre opera per recuperare e valorizzare le ricette tradizionali. In ultimo desidero ringraziare tutti quelli che con le loro preziosissime testimonianze hanno permesso di recuperare un pezzo della storia della cucina cesenate". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento