menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caporalato, le centrali cooperative: "Combattere le false coop per tutelare quelle sane"

"Quella delle "false cooperative" è una piaga che continua a dimostrare tutta la sua pericolosità anche in Romagna, sconfinando sempre più spesso negli episodi di illegalità delinquenziale"

“Quella delle “false cooperative” è una piaga che continua a dimostrare tutta la sua pericolosità anche in Romagna, sconfinando sempre più spesso negli episodi di illegalità delinquenziale e sfruttamento dei lavoratori nelle forme più vergognose. Lo dimostrano i terribili fatti di cronaca nera di questi giorni, rispetto ai quali le centrali cooperative tornano a ringraziare le forze dell’ordine, la magistratura e le istituzioni per gli interventi che stanno svolgendo. Quelle sgominate a Cesena si sono rivelate essere vere e proprie organizzazioni criminali. A rischio, oltre alla legalità e al rispetto dei lavoratori, c'è anche il buon nome delle tantissime cooperative sane che producono ricchezza per il territorio nel rispetto della legge”: è quanto sostengono in una nota AGCI, Legacoop e Confcooperative.

“Occorre ancora una volta ribadire che nessuna delle cooperative coinvolte nei fatti è associata alle tre centrali e che a livello nazionale, purtroppo, esistono ancora pochissimi strumenti per intervenire contro questo preoccupante fenomeno, nonostante la campagna “Stop False Cooperative” promossa dall’Alleanza delle Cooperative Italiane e la proposta di legge che giace in Parlamento. Importantissimo è stato in questi mesi il lavoro sul territorio del Tavolo sul caporalato organizzato dalla Prefettura di Forlì che riunisce istituzioni e associazioni: riteniamo auspicabile che si raggiunga un protocollo che apporti un ancor maggior spirito di squadra tra enti e associazioni e sappia cogliere le opportunità offerte dalla nuova Legge sul Caporalato. Da parte loro le centrali cooperative manterranno alta la guardia per denunciare tutte le situazioni di illegalità: il contrasto concreto alle false imprese mutualistiche è il presupposto affinché quelle sane possano continuare ad operare e competere sul mercato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento