menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Argnani

Foto Argnani

Tragedia in mare, rinvenuto il cadavere del cesenate che si era tuffato dal catamarano

E' stato rinvenuto a 500 metri dalla riva davanti al canalino di Milano Marittima il cadavere del 46enne scomparso in mare giovedì pomeriggio

E' stato rinventuto a 500 metri dalla riva davanti al canalino di Milano Marittima il cadavere di Davide Pastorelli, il cesenate 46enne che giovedì pomeriggio si era tuffato da un catamarano a circa 300 metri dalla costa di Milano Marittima. Una tragedia in mare i cui contorni devono ancora essere chiariti nel dettaglio.

Ciò che è certo è che quattro persone (due coppie) giovedì pomeriggio erano uscite al largo a bordo di un catamarano per un pomeriggio spensierato, all'altezza del noto stabilimento Papeete Beach. A un certo punto, intorno alle 17, il cesenate ha deciso di tuffarsi ma, per motivi ancora in corso d'accertamento, Pastorelli non è riuscito a tornare alla barca dei suoi amici. Il mare non era particolarmente mosso e i suoi amici hanno anche pensato che avrebbero potuto rivederlo direttamente sulla battigia, ma così non è stato.

I ricordi: "Una persona buona e sorridente"

Sul posto è immediatamente intervenuta la Capitaneria di Porto e anche i Vigili del fuoco con elicottero e sommozzatori, che hanno battuto la zona alla ricerca dell'uomo. Le ricerche praticamente non si sono mai fermate, alle 9 di venerdì mattina l'elicottero ha sorvolato la zona individuando il cadavere di Pastorelli. Il recupero con l'ausilio di due sommozzatori, uno si è calato dall'elicottero, l'altro da una motovedetta. La salma del 46enne è stata portata alla capitaneria di porto di Cervia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento