Bar, ristoranti e parrucchieri: "Se tutto andrà bene è possibile riaprire prima"

Bonaccini ne ha parlato al Tgr dell'Emilia-Romagna. "In generale - dice il governatore nell'intervista - mi pare che si sia ripartiti con grande tranquillita' e compostezza"

"Se tutto andrà come ci auguriamo credo che i tempi previsti", cioe' la riapertura l'1 giugno per bar, ristoranti, parrucchieri ed estetiste, "potrebbero essere addirittura anticipati". Lo ribadisce il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini alla luce di una prima giornata di fase 2, quella di lunedì, che non ha visto "alcuna difficoltà" nemmeno sulla ripartenza del trasporto pubblico con 350.000 persone in piu' di nuovo al lavoro, fronte sul quale "c'era qualche preoccupazione".

Bonaccini ne ha parlato martedì al Tgr dell'Emilia-Romagna. "In generale - dice il governatore nell'intervista - mi pare che si sia ripartiti con grande tranquillita' e compostezza, dobbiamo proseguire cosi'. Perche' e' evidente che si potranno riaprire le attivita' ancora chiuse in ragione di una curva epidemiologica che non torni a salire".

Il ringraziamento a Venturi

Bonaccini ha salutato anche il commissario ad acta per l'emergenza covid-19 in regione, che ha deciso di concludere il suo incarico sabato prossimo, 9 maggio, con due mesi di anticipo rispetto alla scadenza del suo mandato. Venturi, ha dichiarato, è "una persona eccezionale". A lui "va davvero il mio grazie, a nome di tutti gli emiliano-romagnoli". "In queste settimane abbiamo tutti avuto la riprova del fatto che Sergio sia una persona eccezionale - afferma Bonaccini - prima ancora che un professionista e un amministratore pubblico serio e preparato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prosegue il governatore: "Nonostante scelte personali prese da tempo, ha accettato di rimanere a darci una mano non appena scoppiata l'emergenza sanitaria, diventando un punto di riferimento per l'intera comunita' regionale e per tutti i cittadini, ai quali si e' rivolto ogni giorno quasi prendendoli per mano e portandoli fuori da un periodo durissimo. Alle competenze tecniche e scientifiche spese nel coordinamento della gestione dell'emergenza, e al dovere di informare con trasparenza, ha aggiunto quel tratto di umanita' che ha fatto sentire tutti meno soli. A Sergio va davvero il mio grazie, a nome di tutti gli emiliano-romagnoli". (Fonte Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Dopo l'influencer al Grande Fratello Vip una cesenate a Uomini e Donne: "Voglio conquistare il tronista"

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento