Aperto il bando per la cessione di quote di Terme Sant'Agnese

E’ aperto il bando per la cessione, mediante un’asta, del 10,08% del capitale sociale di Terme Sant’Agnese Spa, rappresentato da 40.824 azioni ordinarie appartenenti alla Provincia

E’ aperto il bando per la cessione, mediante un’asta, del 10,08% del capitale sociale di Terme Sant’Agnese Spa, rappresentato da 40.824 azioni ordinarie appartenenti alla Provincia di Forlì-Cesena. L’Amministrazione Provinciale in questo modo vende le proprie quote della società termale di Bagno di Romagna, con una modalità atta a favorire l’azionariato diffuso locale. La cessione, infatti, non avviene in blocco, ma in 29 lotti di diversa taglia.
 
Illustra l’assessore all’Amministrazione e controllo Maurizio Brunelli: “E’ nostro obiettivo che i cittadini di Bagno di Romagna e di tutta l’area cesenate colgano questa opportunità di essere partecipi dello sviluppo e della valorizzazione di questa preziosa risorsa per il territorio, in cui sappiamo tutti che importanza riveste l’economia termale. Per questo è stata fatta la scelta di realizzare una cessione di quote anche in taglie più piccole, al fine di distribuire questa ricchezza in un azionariato diffuso e radicato sul territorio”.
 
Un lotto, il più grande, è composto da 8.164 azioni pari al 2% del capitale sociale (prezzo a base d'asta 245.409,84 euro); 4 lotti sono composti da 4.083 azioni pari al 1,01% del capitale sociale cadauno (prezzo a base d'asta per ciascun lotto 122.734,98 euro); 4 lotti sono composti da 2.042 azioni pari allo 0,51% del capitale sociale cadauno (prezzo a base d'asta per ciascun lotto 61.382,52 euro) ed infine 20 lotti composti da 408 azioni pari allo 0,1% del capitale sociale cadauno (prezzo a base d'asta per ciascun lotto 12.264,48 euro). Il prezzo a base d’asta dei lotti è stato ottenuto considerando un valore per azione di euro 30,06 di cui 5,20 euro di valore nominale, più 24,86 euro quale sovrapprezzo. Ogni singolo lotto non è frazionabile e deve pertanto essere formulata un’unica offerta per l’intero lotto. Non sono ammesse offerte al ribasso.
 
La Provincia procederà ad aggiudicazione provvisoria di ciascun lotto al concorrente che offrirà il prezzo più elevato rispetto a quello a base d’asta. Si procederà all’aggiudicazione provvisoria di ogni lotto anche nel caso di una sola offerta valida. L’aggiudicazione definitiva è comunque subordinata all’assenso del Consiglio di Amministrazione di Terme Sant’Agnese Spa, con la cosiddetta “clausola di gradimento”. Il termine ultimo per presentare le offerte è il 15 giugno, mentre l’asta si terrà nella Residenza Provinciale il 18 giugno 2012 alle ore 10.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

  • Titolare del chiosco e attrice, una cesenate protagonista in tv ai "Soliti ignoti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento