Anche Cesena celebra la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato

La Diocesi di Cesena Sarsina ricorda la Giornata di domenica alle 15 a Santo Stefano con una Messa presieduta da monsignor Carlo Mazza, vescovo emerito di Fidenza. Seguirà un incontro comunitario.

"La nostra comune risposta alle sfide poste dalle migrazioni contemporanee si potrebbe articolare attorno a quattro verbi fondati sui principi della dottrina della Chiesa: accogliere, proteggere, promuovere e integrare". Questo l’invito contenuto nel messaggio di papa Francesco in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2018 che si celebrerà domenica. La ricorrenza vedrà il Pontefice in diretta su Rai Uno celebrare a San Pietro la Messa con le comunità etniche, alla vigilia del suo viaggio in Cile e Perù, in programma dal 15 al 21 gennaio.

Anche la Diocesi di Cesena-Sarsina si unisce alle preghiere e alle esortazioni di papa Francesco ricordando la Giornata con la celebrazione della Messa alle 15 nella chiesa parrocchiale di Santo Stefano (via Friuli 145). La celebrazione sarà presieduta dal vescovo emerito di Fidenza monsignor Carlo Mazza. Seguirà un incontro comunitario nel teatro parrocchiale. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Migrantes (organismo pastorale della Cei) e dagli Uffici diocesani Migrantes, Missioni, Ecumenismo, Pastorale sociale del lavoro, Catechistico e dalla Caritas diocesana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento