Aiuti per strutture sanitarie e operai, Amadori in campo con oltre 2 milioni di euro

Amadori, in questa situazione critica per il nostro Paese, ha deciso di fare la sua parte con aiuti concreti ed immediati

Il Coronavirus  è pandemia mondiale e l’Italia è la nazione dopo la Cina che sta registrando il più alto numero di casi al mondo. Amadori, in questa situazione critica per il nostro Paese, ha deciso di fare la sua parte con aiuti concreti ed immediati a diverse strutture sanitarie ed enti di volontariato sui territori in cui è presente con alcuni dei suoi siti produttivi, per sostenere i bisogni delle varie comunità locali in cui opera. 

Con lo scopo di facilitare il più possibile l’operato del personale sanitario, Amadori ha deciso, infatti, di impegnarsi nel fornire direttamente attrezzature medicali e supporti di prima necessità utili al trasporto, al trattamento e alle cure dei pazienti.

Amadori, pertanto, oltre a mettere a disposizione 1 milione di euro, sta anche impegnando le proprie strutture organizzative per facilitare l’acquisto di quanto viene di volta in volta richiesto da medici, infermieri e operatori per continuare al meglio la lotta a questa emergenza nazionale.

L'azienda cesenate, oltre ad aver attivato una copertura assicurativa sanitaria per tutti i propri lavoratori, ha deciso di contribuire allo sforzo straordinario che i suoi operai stanno compiendo per garantire, in questo difficile momento, la fornitura di prodotti alimentari freschi a tutti gli Italiani. 

In particolare metterà a disposizione dei propri operai 1,2 milioni di euro in buoni spesa alimentare, la cui erogazione avverrà nelle modalità che saranno condivise, come d’abitudine, con le parti sociali coinvolte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questa duplice azione di responsabilità sociale - afferma Flavio Amadori, Presidente del Gruppo - abbiamo confermato la nostra vicinanza ai bisogni delle comunità in cui operiamo e la profonda attenzione alla nostra grande famiglia lavorativa, formata da migliaia di collaboratori in tutta Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Dopo l'influencer al Grande Fratello Vip una cesenate a Uomini e Donne: "Voglio conquistare il tronista"

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento