Cronaca Gambettola

Abbandono 'selvaggio' dei rifiuti, implacabili le foto-trappole: una trentina di sanzioni

Si tratta di un'attività di controllo effettuata dalla Polizia locale con la collaborazione delle Guardie ecologiche volontarie

Sono già una trentina, negli ultimi giorni, le sanzioni accertate con le 'foto-trappole' per i rifiuti conferiti in modo non corretto oppure abbandonati a fianco del cassonetto, a Gambettola. Si tratta di un'attività di controllo effettuata dalla Polizia locale con la collaborazione delle Guardie ecologiche volontarie che, dopo aver visionato i filmati, segnalano le infrazioni alla Municipale. 

Le infrazioni più frequenti? Abbandonare oggetti voluminosi o scatole fuori cassonetto - fanno sapere dalla Polizia Locale gambettolese - oppure conferire i sacchi dei rifiuti indifferenziati in altri cassonetti come quello degli sfalci e potature. Si tratta di comportamenti frutto, spesso, del non voler effettuare la separazione differenziata dei rifiuti a casa. E così comincia la ricerca di un cassonetto, destinato ad altra tipologia di rifiuto (riciclabile) dove si buttano i rifiuti indifferenziati compromettendone tutto il contenuto. E' evidente, osserva la Polizia Locale, che il contenuto di un cassonetto destinato agli sfalci e potature parzialmente pieno di immondizia (nel vero senso del termine), difficilmente potrà essere riciclato correttamente. 

"I controlli a tappeto su tutto il territorio sono necessari per fermare i frequenti casi di abbandono di rifiuti, nel rispetto del decoro cittadino e dell'ambiente”, ribadisce il sindaco Letizia Bisacchi. Le telecamere registrano i filmati, anche in ore notturne, poi parte la minuziosa ricerca dei responsabili: a volte grazie alla targa dell'auto utilizzata, ma tante altre volte facendo una ricerca a tappeto confrontando tutte le foto reperibili sulle banche dati dei soggetti residenti in zona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono 'selvaggio' dei rifiuti, implacabili le foto-trappole: una trentina di sanzioni

CesenaToday è in caricamento