rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Calcio

Il Cesena vola al secondo posto grazie ad un autogol, Pescara ko e Reggiana nel mirino

Nel Monday Night del Manuzzi il Cesena vola grazie ad un autogol che mette ko il Pescara. Tre punti meritati per il Cavalluccio che batte 1-0 gli abruzzesi quasi mai pericolosi

Nel Monday Night del Manuzzi il Cesena vola grazie ad un autogol che mette ko il Pescara. Tre punti meritati per il Cavalluccio che batte 1-0 gli abruzzesi quasi mai pericolosi. I bianconeri invece attaccano tutta la partita, creano ma serve un pizzico di fortuna per sbloccare la partita: l'autorete di Nzita al 38esimo della ripresa su tiro cross di Candela. La classifica sorride al Cavalluccio che scavalca il Modena e si stanzia al secondo posto in classifica, ora nel mirino c'è la Reggiana distante 3 punti, e prossimo avversario degli uomini di Viali. Si chiude con la Curva Mare che canta Romagna Mia, e i bianconeri che raccolgono i meritati applausi dei tifosi.

FINALE: CESENA-PESCARA 1-0

45esimo: corner del Pescara, Benedettini libera l'area con i pugni e l'arbitro fischia la fine

38esimo:GOLLL DEL CESENA!!!!! Assist di Tonin e cross vincente di Candela dalla destra, la palla finisce in rete grazie alla deviazione di Nzita. Autorete del difensore del Pescara. Il Manuzzi può esplodere tutta la sua gioia

34esimo: fuori Caturano e dentro Munari, esce anche Ardizzone e dentro Pierini

31esimo: Pescara pericoloso in contropiede con De Marchi, il tiro murato si impenna e finisce fortunatamente tra le braccia di Benedettini

29esimo: corner per il Cesena: fallo in attacco

23esimo: botta di Tonin: Sorrentino respinge: il Cesena continua a spingere con il supporto incessante della Curva Mare

18esimo: si rivede il Pescara, colpo di testa di Galano, Benedettini blocca. Fuori Rigoni, entra Steffè, dentro anche Tonin ed esce Berti

15esimo: occasione clamorosa per il Cesena: cross dalla sinistra di Missiroli, colpo di testa di Caturano con la palla che colpisce la parte esterna del palo

12esimo: ancora Cesena, stoccata di Bortolussi dal limite dell'area: palla fuori di pochissimo. Pallino del gioco ai bianconeri, manca solo la stoccata. Dentro Candela fuori Ciofi

Nono minuto: cross dalla sinistra di Favale, Sorrentino blocca senza problemi: Due minuti dopo ci prova anche Caturano dalla distanza: il sinistro si spegne a lato

Primo minuto del secondo tempo Si riparte, entrano in Curva Ferrovia anche i tifosi del Pescara

FINE PRIMO TEMPO: CESENA-PESCARA 0-0

45esimo: segnalato 1 minuto di recupero

36esimo: ancora Pescara: sinistro insidioso di Pompetti dalla distanza, Benedettini si rifugia in angolo

34esimo: si vede il Pescara: tiro dalla distanza di Memushaj: palla fuori di poco

31esimo: Cesena pericolosissimo con un'azione insistita, cross tagliato dalla destra di Ardizzone ma nessuno riesce ad intervenire e la difesa ospita spazza

22esimo: ancora Cesena, cross dalla sinistra di Berti e colpo di testa di Ciofi da posizione difficile: la palla si impenna e finisce alta sopra la traversa

18esimo: ancora un calcio d'angolo per i bianconeri che spingono: stacco di Gonnelli e palla alta

11esimo: corner per il Cesena: si salva la difesa abruzzese

Ottavo minuto: il Pescara risponde con un tiro da fuori area di D'Ursi, palla alta

Primo minuto: la prima chance è bianconera, calcio di punizione dalla sinistra di Favale e colpo di testa di Bortolussi: palla fuori di poco. La Curva Mare è quella delle grandi occasioni. Partenza a razzo dei bianconeri

Nel pre-partita di Cesena-Pescara arriva una brutta notizia: il forfait di Nardi, per un malanno dell'ultim'ora (virus intestinale) che mette fuori causa il portiere neanche in panchina, al suo posto tra i pali Benedettini. Monday Night al Manuzzi, il Cesena ospita il Pescara in una partita molto interessante per la classifica. Bianconeri a caccia dei 3 punti per rimanere attaccati al duo composto da Reggiana e Modena. Il Pescara è quarto con 20 punti, si affrontano la miglior difesa  (Cesena) contro uno dei migliori attacchi del girone. Viali sceglie Berti alle spalle di Caturano e Bortolussi, centrocampo a 3 con Rigoni, Missiroli e Ardizzone, in difesa linea a 4 composta da Ciofi, Mulè, Gonnelli e Favale. In panchina si rivedono gli assenti di lungo corso: Adamoli, Zecca e Candela. Il Delfino risponde con il solito 4-3-3 targato Auteri, con il tridente composto da Galano, Ferrari e D'Ursi. In panchina Guido Marilungo e l'ex Zappella. Previsti oltre 5mila spettatori, 300 dall'Abruzzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cesena vola al secondo posto grazie ad un autogol, Pescara ko e Reggiana nel mirino

CesenaToday è in caricamento