rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Calcio

Giovanni Rossi (Sampierana): "Il campionato è ancora lungo e tutto da giocare"

"Abbiamo recuperato sette punti di svantaggio andando poi sul +1, significa che il discorso resterà aperto fino alla fine, al match di ritorno Gambettola-Sampierana"

Domenica prossima si vive una giornata cruciale del campionato di Promozione girone E: la capolista Gambettola in trasferta sul facile campo del fanalino di coda Bellaria, la rivale Sampierana impegnata fuori casa a Sant'Ermete, contro un avversario che si è rilanciato con le ultime due vittorie di fila, la penultima a spese del Gambettola.

Giovanni Rossi, come si vive questa fase di campionato?

“Con grande tranquillità. Rientra bomber Lanzi, stanno recuperando Braccini e Para. Sappiamo che ci aspetta una partita difficile, conosco mister Mancini per averlo avuto al Domagnano e so che prepara bene le partite. Il Sant'Ermete cerca punti per tirarsi fuori definitivamente dai guai. Ma so anche che la Sampierana è in grande salute fisica e mentale. Comunque vadano i risultati del prossimo turno, il campionato è ancora lungo e tutto da giocare. Abbiamo recuperato sette punti di svantaggio andando poi sul +1, significa che il discorso resterà aperto fino alla fine, al match di ritorno Gambettola-Sampierana. Anche il Gambettola non sarà tanto tranquillo: ha vinto 15 partite e perse due, eppure sente il nostro fiato sul collo e per chi ha investito tanto e deve vincere a tutti i costi non è semplice. Purtroppo ne sale una sola e i playoff non contano nulla: è veramente una cosa ingiusta”.

La Sampierana può ancora migliorare?

“Sì, deve acquistare freddezza sotto porta, abbiamo lasciato punti preziosi per non aver saputo chiudere le partite ed è un peccato. Però so anche che ci alleniamo con tanta intensità tanto che chiudo ogni allenamento stremato e questo lavoro ce lo ritroviamo la domenica in partita. Durante la sosta invernale abbiamo svolto una preparazione molto meticolosa e presto saremo ancora più brillanti sul piano fisico, specialmente con i primi caldi e questo ci porterà di sicuro dei benefici nel rendimento di squadra”.

Giovanni Rossi, lei è ex professionista con 300 presenze in Lega Pro, un evento in Promozione, e come quasi tutti i compagni di squadra è nativo del posto. E' un valore aggiunto?

“Certamente, siamo un gruppo di amici, ci conosciamo da anni e sul campo questa affinità si avverte durante il lavoro settimanale: dividiamo tutti conoscenze comuni, la città è stretta attorno a noi e allo stadio si percepisce questa vicinanza”.

Laureato in Scienze Motorie, sta ultimando la Magistrale in Sport e Management, gestisce con altri amici il centro sportivo di Bagno e allena da questa stagione pure la squadra Esordienti della Sampierana al fianco di Mirko Locatelli, già giocatore della Sampierana in serie D assieme ai fratelli Ivan e Loris. Giovanni Rossi farà l'allenatore una volta appese le scarpette al chiodo?

“Ho dei progetti in ballo, vedremo. L'allenatore di una prima squadra non fa per me. Mi piace invece il ruolo di allenatore di settore giovanile, si respira l'aria del calcio più puro: insegnare valori, dare consigli, trasmettere la mia esperienza, in una parola educare, è molto stimolante. Intanto finché mi diverto e il fisico mi sorregge cerco di stare anche dall'altra parte della barricata: quella del campo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Rossi (Sampierana): "Il campionato è ancora lungo e tutto da giocare"

CesenaToday è in caricamento