Una sveglia particolare correndo all'alba: anche a Cesena ci sarà la "5.30 run"

In questi giorni tutte le società di cammino e di podismo di Cesena la stanno pubblicizzando via whatsapp

"Sapessi amore mio come mi piace partire quando Milano dorme ancora vederla sonnecchiare e accorgermi che è bella prima che cominci a correre e ad urlare". Cantava così Fabio Concato in "Domenica bestiale" celebrando la bellezza della sua città non ancora presa d'assalto dalla gente che va a lavoro, che porta i figli a scuola o che si sposta da una parte all'altra. Più o meno fa la stessa cosa un'iniziativa che si chiama "5.30 run" inventata nel 2009 dai modenesi Sergio Bezzanti, creativo, e Sabrina Severi, biologa. Praticamente sono 5,3 chilometri non competitivi nel cuore della città alle 5.30 di un giorno (spesso lavorativo) per promuovere un sano stile di vita.

Dai 570 partecipanti della prima edizione a Modena, si è passati ai 34 mila del 2017. Ma per fortuna le belle iniziative sono contagiose e un'iniziativa simile si svolgerà anche a Cesena. Si tratta della "5.30 Cesena" Aspettando la Notturna di San Giovanni, nata da una chiacchierata tra il sindaco Paolo Lucchi, sportivo e appassionato di corsa, il commerciante di arredamenti Stefano Zoffoli e Valtiero Sama dell'Endas. La proposta, diventata subito concreta, è stata accolta da tutte le società podistiche di Cesena con grande entusiasmo e, dopo averla programmata per sabato 9 giugno con partenza alle 5.30 da piazza della Libertà, in questi giorni tutte le società di cammino e di podismo di Cesena la stanno pubblicizzando via Whatsapp.

"Cesena non poteva farsi mancare una tappa del movimento "5.30" - ha spiegato Lucchi - sarà un evento molto bello. Alle 5.30 non c'è ancora traffico, si potrà scoprire un'atmosfera unica a Cesena senza sottrarre tempo utile per stare con la famiglia. Si farà attività fisica che fa sempre bene respirando aria pulita. E' un esempio di come basti veramente poco per essere felici". La manifestazione è gratuita, non è di massa né competitiva. Ognuno si potrà vestire come vuole ma chi ha piacere potrà acquistare alla partenza la maglietta della "Scarpinata solidale" organizzata dal Comune di Cesena e dai Gruppi Podistici Endas Cesena per raccogliere fondi a favore del centro diurno socio-riabilitativo Don Oreste Benzi di San Tomaso e di Anffas di Cesena come sostegno alla realizzazione della Fattoria dell'Ospitalità. Partenza a passo libero da piazza della Libertà (il percorso è lo stesso della "San Giovanni") con arrivo al bar Babbi in piazza Almerici dove ognuno, pagandola di tasca propria, potrà fare la meritata colazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento