I No Vax si fanno sentire anche dal cielo: uno striscione aereo sulla libertà di scelta

Dopo la campagna "terrestre", che aveva visto mezzi pubblici e camion vela diffondere i messaggi sulla pericolosità dei vaccini, arriva quella dal cielo

Dopo la campagna "terrestre", che aveva visto mezzi pubblici e camion vela diffondere i messaggi sulla pericolosità dei vaccini, arriva quella aerea con uno striscione che in questi giorni sta solcando il cielo dalla Riviera da Fano a Cervia. "Lo sforzo comune di migliaia di famiglie della Romagna - spiegano le associazioni "Genitori di Cervia per la libera scelta", il "Comitato Art.32 di Faenza" e il "Coordinamento di genitori per la libera scelta di Rimini" - porterà un messaggio nel cielo di Cervia: #Tuttiascuola, #Libertàdiscelta. In base agli accordi con l’azienda fornitrice, il messaggio spiccherà il volo da Fano e sorvolando la riviera, raggiungerà la meta, Cervia. Dopo la prima campagna di sensibilizzazione vista sul nostro territorio nel periodo invernale dove gli stessi genitori riportavano fedelmente in risalto i dati Aifa 2017  attraverso cartellonistica fissa e posta sul retro degli autobus, con questa nuova campagna si vuole sensibilizzare la popolazione locale sul delicatissimo tema delle ipotetiche esclusioni scolastiche previste dalla Legge Regionale 19 del 2016 per la fascia 0-3 anni, e dalla Legge 119 del 2017 per la fascia 0-6 anni".

"I Coordinamenti di genitori per la libertà di scelta - spiegano - sono gruppi indipendenti nati spontaneamente e si adoperano da tempo proprio per il riconoscimento di diritti inalienabili e sanciti dalla Costituzione Italiana, come l’istruzione e la libertà di cura. I genitori promotori dell’iniziativa si dedicano da anni sul territorio costantemente e volontariamente per far sì che una pratica tanto importante quanto delicata come la vaccinazione sia oggetto di particolare attenzione da parte delle famiglie. Non un gruppo di No Vax, ma di genitori consapevoli e informati che scelgono con responsabilità l'eventuale applicazione della pratica vaccinale sui propri figli. I coordinamenti sono contrari all'imposizione della pratica vaccinale intesa come strumento di ricatto verso le famiglie che si dimostrano legittimamente dubbiose a riguardo, sono contrari all'utilizzo del tema vaccinale come oggetto di propaganda politica e chiedono di essere accolti nei loro dubbi e di poter accompagnare serenamente i loro figli sani a scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento