Bagarre in Parlamento, Guiduzzi (M5S): "Escandescenze intollerabili"

"Ci auguriamo che gli esponenti locali del Partito Democratico, sempre in prima linea "a parole" contro la violenza sulle donne (deprecabile ogni tipo di violenza), prendano dovute distanze dal comportamento di Enzo Lattuca"

Monta la polemica sul diverbio che si è verificato in Parlamento tra Enzo Lattuca, deputato cesenate del Pd, e la deputata grillina Maria Edera Spadoni. A prendere in mano la protesta anche a livello locale è la consigliera comunale Natascia Guiduzzi, dello stesso partito della Spadoni: “Quattro anni in Consiglio Comunale a Cesena ci hanno dato modo di conoscere bene le intemperanze del Deputato Enzo Lattuca (Consigliere Comunale a Cesena dal 2009 al 2013), più volte richiamato dalla Presidenza del Consiglio per i suoi insulti a Consiglieri di opposizione, continue interruzioni durante gli interventi altrui ed escandescenze varie. Ma quello successo ieri in Parlamento è intollerabile”

E ancora: “Massima solidarietà alla Cittadina deputata del MoVimento 5 Stelle Maria Edera Spadoni, colpevole solo di aver ricordato a Enzo Lattuca i 35.000 euro che ogni esponente del PD deve "donare" al partito dopo l'elezione. Vecchia politica, che non ci appartiene e che ci vede in prima linea per cambiare le regole e restituire ai cittadini tutti quei privilegi che i politici in tanti anni di MALAPOLITICA si sono presi. Vergognoso il comportamento di Enzo Lattuca che, da quanto riportato dalla stessa Spadoni “si è avventato su di me e ha iniziato a gridarmi contro a un centimetro di distanza dal viso. Poi ha stretto il pugno e mi ha sfiorato la testa più volte, facendo il gesto del 'toc toc', forse volendo indicare che abbiamo la testa vuota. Ma Lattuca è un ragazzone, è altissimo, quando l’ho visto venire spedito contro di me ho temuto, sono rimasta impietrita". Il gesto ha suscitato l'immediata reazione dei commessi alla camera, che hanno prontamente allontanato dall'aula il Lattuca. Pessimo esempio per la nazione tutta e per i Cittadini di Cesena che rappresenta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed infine: “Ci auguriamo che gli esponenti locali del Partito Democratico, sempre in prima linea "a parole" contro la violenza sulle donne (deprecabile ogni tipo di violenza), prendano dovute distanze dal comportamento di Enzo Lattuca, stigmatizzandolo ed allontanandolo dal partito, in particolare attenderemo con impazienza la reazione del Sindaco Paolo Lucchi, padrino politico del deputato, da anni individuato come suo delfino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento