rotate-mobile
Politica Cesenatico

Bando per l'accoglienza dei profughi, la Lega: "Insediamenti coatti sul territorio"

Ha dichiarato Jacopo Morrone, segretario nazionale della Romagna della Lega Nord: “Ho già chiesto da tempo ufficialmente al Prefetto un incontro per parlare della dislocazione di questi immigrati nei nostri territori e dei problemi che insorgono"

“Nel silenzio generale, con l’attenzione della gente e dei media rivolta al caos sanità, all’incremento dei furti, alle crisi bancarie, al pericolo del terrorismo islamico, al problema immigrazione, tutte emergenze provocate o aggravate dal governo Renzi e dalle amministrazioni locali e regionali, in particolare a guida Pd, la Prefettura di Forlì-Cesena ha emesso un nuovo bando di gara per accogliere stranieri nell’area Rubicone e Cesenatico, nonostante i problemi che le gare già fatte hanno provocato”. Lo ha dichiarato Jacopo Morrone, segretario nazionale della Romagna della Lega Nord, riferendosi al bando da 1,5 milioni di euro (Iva esclusa) per 135 stranieri per tutto il 2016, con possibilità di rinnovo per il 2017.

“Ho già chiesto da tempo ufficialmente al Prefetto un incontro per parlare della dislocazione di questi immigrati nei nostri territori e dei problemi che insorgono, tuttavia non ho ancora ricevuto risposta. In attesa d'incontrarlo, spero al più presto, non posso che denunciare nuovamente le emergenze provocate dalla presenza di questi stranieri nelle località romagnole. Comprendo che i bandi prefettizi nascono da direttive impartite da Roma. Non sono stati quindi sufficienti gli scandali, le denunce, l’infiltrazione della criminalità organizzata nel business dell’accoglienza, il dispendio di miliardi di euro: il Governo continua a scaricare sui territori i problemi che non sa risolvere con politiche adeguate.  E non ci stupisce il silenzio tombale da parte dei sostenitori dell’immigrazionismo anche sulle durissime critiche che arrivano dalla UE. Non solo l’Italia è considerata incapace di controllare le proprie frontiere, ma nel territorio nazionale, grazie alle politiche colabrodo di Renzi e Alfano, sono entrati clandestinamente migliaia di immigrati, senza che si prendesse loro le impronte per identificarli. Insomma tutte le denunce che la Lega Nord ha fatto in questi anni erano più che fondate", prosegue Morrone.

"Oggi pretendiamo che il ministero degli Interni, anche attraverso le Prefetture, chiarisca per quanto ancora durerà questa emergenza, quanti altri miliardi di euro si dovranno sprecare e chi siano effettivamente gli stranieri dislocati sul territorio. E’ infatti grave chel’unica preoccupazione del Governo sia quella di indire gare per l’accoglienza, senza minimamente prestare attenzione alla sicurezza e al controllo di questi stranieri, che molto raramente ottengono lo status di profugo, mentre la maggior parte di loro è formata da immigrati clandestini, spesso con un passato e un presente tutt’altro che limpidi e chiari. L’auspicio è quindi quello di incontrare al più presto il Prefetto di Forlì-Cesena in modo da capire come si possa procedere perché si interrompa il flusso di stranieri, di fatto clandestini, nel nostro territorio”, conclude l'esponente leghista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando per l'accoglienza dei profughi, la Lega: "Insediamenti coatti sul territorio"

CesenaToday è in caricamento