rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Economia

Vendere ma anche creare una "cultura" del caffè: Lavazza cerca personal shopper

"In un momento di congiuntura economica ed occupazionale complessa, si offre, a giovani e non solo, un’opportunità importante e concreta di lavoro flessibile e meritocratico"

Nims, azienda padovana che fa parte del Gruppo Lavazza e specializzata nella distribuzione e vendita del caffè in capsula e delle macchine del caffè in Italia, presenta la professione del Personal Shopper del caffè e apre la campagna di reclutamento.

"In un momento di congiuntura economica ed occupazionale complessa, NIMS offre, per giovani e non solo, un’opportunità importante e concreta di lavoro flessibile e meritocratico e una carriera in un settore in grande crescita. Il mercato del caffè in Italia infatti continua a puntare sul porzionato, che si conferma il segmento più dinamico nello scenario italiano. L’azienda si dimostra una realtà di successo e sempre alla ricerca di nuove risorse per sviluppare il suo business.  Diventare Personal Shopper del caffè è un’opportunità unica di formazione e carriera nel mondo del lavoro. Si tratta di una figura professionale innovativa, unica e peculiare, che sarà adeguatamente formata per sviluppare competenze specifiche e particolari qualità umane come la capacità di ascolto, la disponibilità e la capacità di entrare in sintonia con il cliente. L'esperto del caffè e Incaricato alla vendita sarà attento a tutte le nuove tendenze del settore, con una grande conoscenza sul caffè, le sue origini, le sue peculiarità e le sue tipologie". 

"Un caffè può essere buono, intenso, corposo, aromatico, cremoso, pregiato e persino ecologico. Ma a rendere unica la coffee experience contribuiscono diversi altri fattori: la comodità di gustarlo comodamente a casa o in ufficio, l’utilizzo di macchine moderne, prestanti e gratuite, non restare mai senza prodotto, poter contare sulla professionalità di un consulente competente e disponibile. Questi aspetti rendono unico il legame tra NIMS e il consumatore, e il Personal Shopper del caffè ne è l’intermediario e incarna questa missione". La stessa cura che NIMS ha per il cliente, viene applicata al venditore e ne è prova l’attenta e completa preparazione e formazione. In un contesto come quello attuale, dove vigono l’esasperazione della digitalizzazione, la mancanza di rapporto umano della vendita on line, la tendenza di mercato è Back to Human. E questo sarà un fattore chiave di successo per i Personal Shopper del caffè di domani.

"Questa opportunità è rivolta a potenziali candidati dalla mente fresca - spiega l'azienda - che sappiano relazionarsi con un pubblico giovane e maturo, che raccontino il mondo del caffè con un sorriso andando incontro alle esigenze di ogni singola famiglia, piccola media impresa e persona. L’operazione di vendita diventa in questo modo un’occasione di contatto, un servizio esclusivo che aggiunge valore alle eccellenze di prodotto, trasformandosi in fonte di reddito e crescita professionale".

“In un momento così particolare, dove regna l’incertezza – afferma Flavio Ferretti, Amministratore Delegato NIMS - siamo onorati di poter offrire l’opportunità di entrare nel nostro grande Gruppo, una realtà solida e sempre proiettata al futuro. Siamo inoltre convinti che la professione del Personal Shopper del caffè possa dare una rinnovata e moderna immagine al consulente, nuovo appeal ad un professionista preparato e competente, ambasciatore dell’azienda e consulente per il consumatore”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendere ma anche creare una "cultura" del caffè: Lavazza cerca personal shopper

CesenaToday è in caricamento