Lunedì, 21 Giugno 2021
Economia

Saldi estivi dal primo agosto, Confesercenti: "Scelta giusta". Confcommercio: "Grande occasione per comprare a Cesena"

"Il settore dell’abbigliamento è uno di quelli che ha subito i danni maggiori dal lungo stop e rischia di veder completamente andare a vuoto tutta la stagione estiva dopo aver già perso quella primaverile", continua Lina Aitella

Lo spostamento ad agosto dell’avvio dei saldi estivi 2020, deciso dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna, è accolto con favore dalla Confesercenti. "Spostare l’avvio dei saldi estivi rappresenta una scelta giusta in un anno devastante come il 2020 per il settore dell’abbigliamento e questa misura che si accompagna alla soppressione del divieto di svolgere le vendite promozionali nei trenta giorni precedenti la data d’avvio era stata fortemente richiesta dalle imprese del settore”, spiega Lina Aitella, presidente Fismo di Confesercenti Cesenate.

"Il settore dell’abbigliamento è uno di quelli che ha subito i danni maggiori dal lungo stop e rischia di veder completamente andare a vuoto tutta la stagione estiva dopo aver già perso quella primaverile - continua Lina Aitella -. A questo si aggiunge anche una diminuita capacità di spesa dei cittadini che devono fare i conti con cassa integrazione e perdita del lavoro. Per queste motivazioni le attività hanno ripreso con promozioni ad hoc, offrendo ai consumatori ottime occasioni di acquisto".

Per il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani, si tratta di "una grande occasione per effettuare acquisti  nel territorio, privilegiando la rete distributiva locale, pilastro della città, che mette a disposizione una occasione privilegiata per lo shopping di qualità a prezzi ridotti e in sicurezza". "Come richiesto da Federazione Moda Italia Emilia-Romagna Confcommercio, in accordo anche con le Confcommercio territoriali fra cui Cesena - informa il direttore Confcommercio cesenate Giorgio Piastra - anche la nostra Regione si adegua alle indicazioni formulate dalla Conferenza delle Regioni, adottando un provvedimento con cui si posticipa l’avvio dei saldi estivi, in via del tutto straordinaria, al primo agosto e per una durata massima di sessanta giorni".

"Nelle settimane precedenti - viene ricordato -. era già stata approvata la legge regionale in cui si dispone, sempre in via straordinaria, la sospensione del divieto di effettuare vendite promozionali i 30 giorni prima dell’avvio dei saldi. In questa fase tre dell’emergenza sanitaria è di fondamentale importanza fare ripartire i consumi per garantire liquidità alle imprese: per questo motivo siamo molto soddisfatti che la Regione abbia accolto le nostre proposte di posticipo della data dei saldi estivi e di sospensione del divieto di vendite promozionali nei trenta giorni antecedenti l’inizio dei saldi. Nei negozi del settore moda il consumatore potrà trovare – in totale sicurezza sanitaria – l’assortimento, la competenza, il servizio, le emozioni ed anche la convenienza che da sempre differenziano la vendita tradizionale rispetto all’online".

"Quanto alla stime sulla spesa media  delle famiglie, nel 2019 oscillante sui duecento euro, verrà elaborata a breve un'indagine dal nostro centro Studi - aggiunge il direttore Piastra -: la situazione della ripartenza è naturalmente complessa con i fatturati ridotti rispetto ai mesi pre-covid, ma l'auspicio è che si riaccenda la fiducia e la propensione agli acquisti, anche grazie a un'opportunità che da sempre è molto gradita alla clientela fidelizzata, quella dei saldi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi estivi dal primo agosto, Confesercenti: "Scelta giusta". Confcommercio: "Grande occasione per comprare a Cesena"

CesenaToday è in caricamento