menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via libera dal consiglio comunale: info-point anche gli esercizi pubblici fuori dal centro

"Fipe Confcommercio - sottolinea il presidente Angelo Malossi - è stata la prima associazione a formulare questa richiesta, ora accolta dai partiti, e siamo molto soddisfatti di aver stimolato la politica locale"

Anche i pubblici esercizi fuori dal centro storico potranno fungere da infopoint erogatori di informazioni turistiche e potranno beneficiare della detassazione della Cosap. Lo ha approvato nel bilancio il consiglio comunale che ha recepito un emendamento di Libera Cesena. "Fipe Confcommercio - sottolinea il presidente Angelo Malossi - è stata la prima associazione a formulare questa richiesta, ora accolta dai partiti, e siamo molto soddisfatti di aver stimolato la politica locale a rendere tutti i gestori dei pubblici esercizi della città parte in causa di un progetto strategico di informazione turistica".

"Abbiamo dimostrato ancora una volta che attraverso il dialogo e il confronto, che Confcommercio non manca mai di alimentare, si possono ottenere molti risultati. In un primo tempo i destinatari erano solo gli pubblici esercizi del centro storico, mentre invece Confcommercio si è mossa, come fa in ogni occasione, per tutelare e coinvolgere anche quelli della periferia perché per la nostra associazione tutti gli imprenditori hanno lo stesso valore e la stessa dignità - chiosa Malossi -. Questo progetto degli infopoint si coniuga perfettamente con le istanze della Fipe Confcommercio che con la stagione dei pubblici esercizi appena conclusa ha contribuito a formare imprenditori di bar e ristoranti puntando sul fatto che oggi l'imprenditore deve sapere promuovere cultura e turismo. Gli imprenditori dovranno ora prepararsi ad offrire un servizio aggiunto e a mettersi in gioco, cosa che comunque tutti i giorni già fanno".

"I pubblici esercizi - prosegue Malossi - sono da sempre un luogo in cui si misura e si incentiva il dinamismo locale. Nei pubblici esercizi l'avventore si relaziona, si confronta, si ferma a fare una pausa e la nostra federazione da anni lavora affinché l'imprenditore del pubblico esercizio sia innanzitutto una professionista formato e pronto ad accogliere le esigenze del suo cliente. Abbiamo sempre sostenuto l'importanza, soprattutto per una città turistica, di avere degli esercenti preparati e predisposti ad accogliere i turisti e questo tipo di iniziativa va incontro al piano formativo e culturale che la Fipe stimola da sempre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento