Economia

E45 e rimborsi, consegnata al viceministro Morelli la petizione di Cna

Alle imprese della vallata del Savio servono praticità e soluzioni ai problemi causati dalla chiusura dell’E45. L’appello di Cna

Si è svolto nella giornata di venerdì 14 maggio l’incontro tra il viceministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Alessandro Morelli e i sindaci della vallata del Savio; oltre ad aver trattato diverse tematiche, il sindaco del comune di Mercato Saraceno, Monica Rossi ha consegnato al parlamentare una missiva degli imprenditori associati a CNA sulle questioni riguardanti i rimborsi E45.

All’incontro, in rappresentanza di centinaia di colleghi associati a CNA, ha presenziato anche Ambra Bucci titolare dell’attività Profumo di piadina; l’imprenditrice ha rimarcato al ministro le problematiche sottese ai mancati rimborsi e di come questa situazione determini grosse difficoltà per la continuazione dell’attività.

La petizione di CNA consegnata a Morelli si aggiunge a quella affidata la scorsa settimana al presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e alle sollecitazioni ai parlamentari romagnoli che sempre CNA ha inviato gli scorsi mesi.

“Questa è una partita che non ci rassegniamo a perdere – sottolinea Federico Giovannetti, presidente di CNA Cesena Val Savio – alle imprese della vallata del Savio questi importi spettano di diritto e sono troppo importanti perché si possano accettare soluzioni diverse dall’assegnazione. La politica deve dare prova di vicinanza ai problemi e di estrema praticità. Confidiamo in una soluzione positiva e in tempi brevi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E45 e rimborsi, consegnata al viceministro Morelli la petizione di Cna

CesenaToday è in caricamento