Vetri infranti e furti su decine di auto, il ladro seriale resta in carcere

Resterà in carcere il ventenne presunto autore di una sfilza infinita di furti e vandalismi ai danni di auto in sosta. Lo ha disposto il giudice

Resterà in carcere il ventenne presunto autore di una sfilza infinita di furti e vandalismi ai danni di auto in sosta. Lo ha disposto il giudice, dopo la convalida dell'arresto. Per questo, dopo l'aula di tribunale il ventenne di origine tunisina sorpreso a derubare all'interno di una Renault domenica sera nel parcheggio dietro all'hotel Casali tornerà a vedere la cella, almeno per un po'. Gli agenti del Commissariato di Cesena sono al lavoro su tutti i possibili riscontri per capire se c'è la sua mano dietro una scia di furti in auto, operati mandando in frantumi i vetri e quindi causando danni ingenti per racimolare refurtive davvero "scarse". Solo domenica sera le auto derubate sono state 30-40. Ma molte altre erano quelle che avevano subito la stessa sorte nelle settimane precedenti.

A settembre lo stesso soggetto era finito in manette, sempre in un intervento della Polizia, allora per una rapina ai danni di una donna nel parcheggio di Start Romagna. In quell'occasione, e per la "gioia" di decina di proprietari di auto cesenati, venne messo ai domiciliari. Anche sulla scorta di questo precedente, si è optato stavolta per il carcere.

Era stata una serata di calvario per le auto parcheggiate in strada in diverse zone della città, domenica sera. Alla fine circa una trentina di mezzi si sono ritrovati con i vetri in frantumi e saccheggiate da un ladro. Il tutto è scattato intorno alle 19 di domenica quando al Commissariato di Polizia arriva una chiamata che segnalava che in via Madonna dello Schioppo un soggetto era stato visto infrangere un vetro. Sul posto si è portata una volante della Polizia che ha constatato che le auto derubate in verità erano già una decina. 

Stesso copione, poco dopo, in via Romagna, traversa della stessa via Madonna dello Schioppo. Un uomo vede il ladruncolo in azione e chiama subito la Polizia. Quando la pattuglia arriva erano già 11 le auto vandalizzate. A quel punto dal Commissariato parte con un dispositivo di rinforzo e in breve dal comando escono altre 5 macchine in più, in borghese e con le insegne di servizio per pattugliare e presidiare i quartieri periferici della città. Intanto in via Veneto, zona Fiorita, altre 6 auto subiscono lo stesso destino. Idem in zona Montefiore.

L'attività della Polizia ha avuto un veloce riscontro. Intorno alle 22.30 di domenica una pattuglia ha scorto nel parcheggio dietro l'hotel Casali un soggetto con la testa dentro una Renault Clio con un vetro distrutto. Subito è scattato l'arresto del soggetto, in flagranza di reato, poi convalidato. Fatto sta che oltre una trentina di proprietari di auto hanno dovuto passare il lunedì mattina in officina per far riparare i cristalli, con un danno complessivo di non meno di 15.000 euro di danni complessivi a carico dei derubati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento