menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Tuliparty 2020", 3000 euro raccolti durante l’emergenza sanitaria

L’idea era quella di fare la festa "Tuliparty", quando i bulbi sarebbero fioriti. Questo però non è stato possibile poiché, in pieno periodo di emergenza Covid

La storia del Tuliparty si ripete da ben 6 anni e i mercatesi soprattutto, ma non solo, aspettano curiosi la primavera per scoprire di quali colori si riempirà il giardino più conosciuto del paese, quello di Ombretta Caminati e Stefano Romagnoli, dove si poteva andare a raccogliere i tulipani lasciando una donazione destinata all’associazione Amici di Casa Insieme per sostenere le attività Alzheimer sul territorio.
Quest’anno è stata un’esperienza nuova: i tulipani a novembre sono stati piantati in un appezzamento più grande in cui sono stati interrati ben 6000 bulbi.

L’idea era quella di fare la festa "Tuliparty", quando i bulbi sarebbero fioriti. Questo però non è stato possibile poiché, in pieno periodo di emergenza Covid, intorno al mese di marzo, i primi tulipani hanno iniziato a sbocciare e a colorare il campo coltivato.

"Cosa fare allora con questi 6000 fiori colorati che nessuno poteva vedere e raccogliere? Stefano e Ombretta non si sono dati per vinti, hanno raccolto loro stessi tutti i tulipani a mano a mano che fiorivano e li hanno consegnati in alcuni negozi aperti del paese, il forno Balzani e il forno Bertozzi a Mercato Saraceno, l’ortofrutta da Michela a Borello, ed altri a Sarsina e a San Piero. Tutti si sono dimostrati disponibili ed entusiasti nel concedere i loro spazi per chi volesse prendere un mazzo colorato in cambio di una donazione. Non è mancato un contributo speciale di un anonimo cittadino che ha voluto portare 500 tulipani al cimitero di Montecastello, riaperto solo per l’occasione".

“Scendere in piazza per fare spesa e trovare questi mazzi di tulipani colorati quando tutti avevamo paura, con i volti grigi coperti dalle mascherine, ci è servito a non perdere la speranza” ha detto qualcuno ieri sera al Tuliparty che ha inaugurato lo spazio all’aperto della pizzeria di Ombretta e Stefano. Nel corso della serata è stato consegnato l’assegno dell’importo raccolto, che quest’anno ha superato ogni più rosea aspettativa: ben 3000 € destinati alle attività dell’associazione in questo periodo di emergenza, che è rimasta vicino agli anziani attraverso supporto psicologico telefonico alle famiglie e proposte di attività da svolgere a casa. Chi volesse contribuire alla causa lo può fare attraverso il 5x1000 firmando nel riquadro dedicato al “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” ed inserendo il codice fiscale di Amici di Casa Insieme 90042930405 nello spazio sotto la firma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento