Copione collaudato, numerose vittime: truffatrice seriale in manette

Le persone che si dichiaravano interessate all’acquisto di tali oggetti, di fatto inesistenti, seguendo le indicazioni della truffatrice, consegnavano una prima caparra in denaro, per poi saldare il rimanente in giornata o al massimo l’indomani

E' un'esperta del truffe: negli ultimi tre anni è già stata denunciata per ben dodici volte per fatti commessi in Romagna. Dopo l'ultimo tentativo sono scattate le manette: nei guai è finita una savignanese di 41 anni. La donna raggirava le vittime recitando un copione ben collaudato che consisteva, con l'aiuto di un complice in via di identificazione, nel ricevere una telefonata in un luogo pubblico o aperto al pubblico, alla presenza di varie persone, facendo intendere ai presenti di essere stata appena informata da un suo parente (il complice appunto) di poter acquistare, ad un prezzo particolarmente interessante, oggetti “hi-tech” (quindi smartphone di famosissime marche, tablet, televisori ed altro) che sarebbero stati presto messi in vendita in un’asta fallimentare.

Le persone che si dichiaravano interessate all’acquisto di tali oggetti, di fatto inesistenti, seguendo le indicazioni della truffatrice, consegnavano una prima caparra in denaro, per poi saldare il rimanente in giornata o al massimo l’indomani. L’ultimo episodio in ordine di tempo si è verificato nella mattina di giovedì all’interno di una nota agenzia immobiliare della zona quando, con sperimentata naturalezza, la truffatrice si immedesimava nella sua parte alla presenza del titolare, di alcuni dipendenti e di un’altra cliente la quale, desiderosa di cambiare il suo cellulare, coglieva al volo l’occasione.

La 41enne, con fare rassicurante si è presentata quindi alla sua vittima, scambiando i numeri di cellulare, facendosi consegnare una caparra di 50 euro, con la promessa di ricevere la rimanente parte (380 euro) nel primo pomeriggio, nei pressi del cimitero comunale di Savignano. Una delle persone presenti però, ricordando un’analoga truffa in cui si era venuto a trovare un proprio amico, commessa proprio da una donna dallo stesso nome, è riuscita a convincere la vittima del raggiro a denunciare i fatti.

I militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Cesenatico, sulla scorta degli elementi assunti, hanno raggiunto, seguiti dalla vittima, la zona dell’incontro. Durante il tragitto la truffatrice telefonava continuamente e tempestava di sms la vittima per sollecitare la consegna dei soldi. Giunti sul luogo dell'appuntamento, mentre gli uomini dell'Arma osservavano da lontano il tutto, la truffatrice ha ricevuto dalla vittima una parte di banconote; dopodiché quest’ultima è salita nell'auto della malviventi per recarsi, così come concordato, in uno sportello bancomat e prelevare il resto.

In quell’istante è scattato l’intervento dei militari, i quali hanno bloccatol’auto, identificando la donna e recuperando il denaro. Ora la 41enne si trova ai domiciliari, come disposto dal giudice in sede di convalida, a disposizione della magistratura (sostituto procuratore Sara Posa9.  Le indagini proseguono per ricostruire la sicuramente numerosa serie di truffe, tentate o consumate dalla donna e portare alla luce ulteriori fatti non ancora denunciati. A tal proposito, si invita chiunque sia rimasto vittima di simili raggiri, a recarsi al comando dei Carabinieri competente per territorio al fine di formalizzare la denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento