S'intasca 150 euro per la rottamazione di una vecchia aspirapolvere: rappresentante nei guai per truffa

Un cinquantenne della provincia di Pesaro-Urbino è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Cesena per "truffa"

Con un raggiro ha messo a rischio il proprio posto di lavoro. Un cinquantenne della provincia di Pesaro-Urbino è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Cesena per "truffa". L'individuo è un rappresentante venditor di aspirapolveri di una ditta forlivese. Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell'Arma, l'uomo si è presentato alla porta di una cinquantenne cesenate per concretizzare la vendita di un'aspirapolvere al prezzo di mille euro, comprensivo della restituzione del vecchio modello.

Affare concluso regolarmente, alcuni giorni più tardi si è presentato a casa della cliente per chiedere 150 euro dovuti alla rottamazione. Somma pagata dalla signora con tanto di ricevuta, poi accertata fasulla. Quest'ultima tuttavia ha chiamato l'azienda per avere informazioni sull'offerta. E dalla ditta è arrivata la conferma che il servizio era gratuito senza alcun contributo economico. Il cinquantenne è stato così indagato ed ora rischia il licenziamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

Torna su
CesenaToday è in caricamento