Ladri e spacciatori armati di pistola: i Carabinieri stanano terzetto pericoloso

Gli arrestati, difesi dall'avvocato d'ufficio Marco Zanuccoli, su disposizione del sostituto procuratore Filippo Santangelo, si trovano nella casa circondariale di Forlì

Tre giovani disoccupati albanesi, due 24enni ed un 23enne, già noti alle forze dell'ordine ed in Italia senza fissa dimora, sono stati arrestati nel cuore della nottata tra sabato e domenica dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cesenatico con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione illegale di armi comuni da sparo e munizioni.

I militari, che su specifiche disposizioni del comando hanno incrementato i servizi di controllo del territorio durante il lungo ponte del 25 Aprile, hanno intercettato intorno all'1.30 i movimenti sospetti di un’auto, dalla quale, dopo aver parcheggiato in una via del centro di Cesenatico, sono scesi tre giovani. Dopo aver fatto ingresso in un affittacamere lì presente, e a seguito di perquisizione personale e delle due stanze occupate dagli stessi, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto circa 70 grammi di marijuana, una dose di hashish, una pistola revolver “Smith & Wesson”, mod.60, calibro38, 56 cartucce calibro 38, un kit per pulizia per armi da fuoco, una bicicletta da corsa in carbonio, 2 telefoni cellulari e circa 800 euro in contanti, provento di spaccio.

Nel corso delle attività, gli stessi hanno spintonato i carabinieri, tentando la fuga e venendo subito bloccati. La pistola ed il relativo munizionamento sono risultati rubati a metà del mese in corso (furto denunciato ai Carabinieri di Santa Sofia), mentre la bicicletta è risultata rubata a Cesenatico il 26 marzo scorso ai danni di una persona che alloggiava in un albergo della città. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato, mentre la bicicletta e l’arma con relativo munizionamento sono stati restituiti agli aventi diritto, solo grazie al fatto che erano state presentate, subito dopo la commissione dei fatti, regolari denunce di furto. Gli arrestati, difesi dall’avvocato d’ufficio Marco Zanuccoli, su disposizione del sostituto procuratore Filippo Santangelo, si trovano nella casa circondariale di Forlì. Il giudice ha applicato la custodia cautelare in carcere, dove gli stessi rimarranno in attesa di giudizio.

image2-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento