Tramonto Divino chiude il ciclo del gusto a Cesena

Non chiamatela sagra, ma più incontro con il gusto grazie all'immersione tra le tipicità culinarie e i vini della regione. Appuntamento per venerdì 13 dalle 19.30 con Tramonto Divino in piazza del Popolo

Non chiamatela sagra, ma più incontro con il gusto grazie all'immersione tra le tipicità culinarie e i vini della regione. Appuntamento per venerdì 13 dalle 19.30 con Tramonto Divino in piazza del Popolo con la chiusura di un tour itinerante che ha tracciato una sentiero di sapori tra l'Emilia e la Romagna. Gli appuntamenti, che hanno toccato anche Bologna, Parma e Ferrara hanno incassato un +15% nella partecipazione che è “a numero chiuso”.

Proprio per evitare il bulirone tipico delle sagre, i cancelli si aprono per ospitare 450 persone di media proprio per evitare file agli stand, ma potendosi gustare i cibi e i vini in serenità negli spazi opportunamente ricavati. Ingresso a 15 euro con tour di assaggi, degustazioni con unico limite la decenza e l'etilometro per chi è al volante, guida dell'Emilia Romagna da bere e calice per le degustazioni. Chicca della tappa cesenate è il tour tra le curiosità degli antichi luoghi del vino a Cesena a cura ed opera di Gabriele Papi giornalista e memoria storica della città. Tre gli appuntamenti con il fascino della curiosità: alle 19, 20 e 20,45.

La special guest culinaria della serata sarà il gelato realizzato con prodotti firmati da Babbi e gocce d'olio delle Colline di Romagna anche se tra prosciutto di parma, di Modena, salumi piacentini, Parmigiano Reggiano, mortadella di Bologna e l'immancabile piadina è difficile fare una classifica degli imperdibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo chef Sergio Ferrarini snocciola alcuni dati del tour: «Si sono alternati 60 cuochi, trecento chili di prosciutto, trecento chili di Parmigiano e dieci affettatrici al lavoro». Anche l'assessore al turismo Matteo Marchi ha apprezzato l'iniziativa. «E' una vetrina importante anche in chiave turistica e che rappresentano una importante attrattiva in un panorama di presenza turistiche che a Cesena sono in doppia cifra». Nessuna porta chiusa all'eventuale presenza d un presidio del gusto nostrano una volta che il Foro Annonario sarà a regime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento