rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca

Da Cesena esporta la dolcezza nel mondo. In 600 per i 70 anni della dinastia Babbi arrivata alla quarta generazione: "Il segreto è la passione"

Un'azienda nata nel cuore di Cesena che porta la dolcezza della Romagna in tutto il mondo. Un Carisport vestito a festa con oltre 600 persone ha celebrato i 70 anni della storica azienda dolciaria

Un'azienda nata nel cuore di Cesena che porta la dolcezza della Romagna in tutto il mondo. Un Carisport vestito a festa con oltre 600 persone ha celebrato i 70 anni della dinastia Babbi, la storica azienda dolciaria cesenate arrivata alla quarta generazione. Un'impresa familiare capace di conquistare i mercati esteri esportando insieme a waferini e viennesi il nome di Cesena nel mondo. Una storia nata ufficialmente nel 1952, con Attilio Babbi e il figlio Giulio che a 94 anni è salito sul palco emozionando i presenti, proseguita con i figli Piero, Gianni e Carlo, ed ora con i nipoti. "Cinque su sei lavorano in azienda - ha sottolineato Gianni Babbi a suo agio nel ruolo di conduttore della serata, anche se ha poi lasciato il testimone al giornalista Franco Puglisi - questa serata di festa è merito di Chiara, Filippo, Carlotta, Andrea e Paolo".

"Oggi sono rappresentati più di 50 paesi del mondo" ha detto con orgoglio Gianni Babbi prendendo la parola davanti a dipendenti, collaboratori, clienti, arrivati al Palazzetto dello sport per rendere omaggio e celebrare i 70 anni di vita dell'impresa. Il giornalista Franco Puglisi ha paragonato l'azienda all'Amerigo Vespucci: "Anche in anni difficili, di mare in tempesta, questa impresa ha sempre tenuto la barra dritta, non ha mai arretrato di un millimetro dal punto di vista della qualità".

Poi a prendersi il palco è stato il ciclone Paolo Cevoli, il comico riccionese amico della famiglia Babbi: "Conosco Gianni da 40 anni, in pratica dai tempi dell'università". Cevoli ha chiesto a Gianni Babbi di rispolverare il ricordo più bello: "Sicuramente quando a 13 anni ho iniziato a lavorare d'estate insieme a mio padre, aiutavo gli operai che facevano le consegne".

70 anni di storia e aneddoti

Le immagini di diversi video, ma soprattutto gli aneddoti raccontati sul palco hanno ripercorso la storia dell'azienda. Piero Babbi ha aperto il libro dei ricordi facendo tornare tutti con la mente al secondo dopoguerra: "C'era una grande volontà di ricostruire, se dopo 70 anni siamo qui il merito è di nonno Attilio, di babbo Giulio, di mamma Valeria che ci guarda da lassù. Il 1952 è l'anno della costituzione ufficiale, ma questa avventura era iniziata già alcuni anni prima. Siamo cresciuti un passo alla volta, a dimostrarlo le tante persone presenti oggi, che vengono anche dall'Asia, dall'America, dall'Africa. Questo potrebbe portarci ad un insano orgoglio, ma noi restiamo con i piedi per terra come 'nani sulle spalle di giganti'. Tutto questo è stato possibile grazie alle intuizioni e alla rettitudine di genitori e nonni".

Poi un aneddoto emblematico dell'universo Babbi: "Nello stabilimento di Cesena dove è nata l'azienda mio nonno Attilio che aveva la terza elementare aveva appeso un quadro su cui c'era scritta una frase 'Nell'amore del lavoro troverai la pace'. Questo mi fa pensare a quanto oggi la mancanza del lavoro possa diventare un dramma personale. Mio nonno è l'esempio di come con la gavetta si possa costruire qualcosa di bello ed importante. Voglio dire grazie a tutti i nostri lavoratori, perché siete tutti importanti, dal primo all'ultimo, ogni azione è importante, anche servire un gelato al Babbi Caffè, siete tutti preziosi".

Poi la gradita sorpresa, sul palco è salito a 94 anni Giulio Babbi, co-fondatore dell'azienda che ha arringato i presenti svelando il segreto di un grande successo: "Il segreto è la passione nel lavoro - ha detto - auguro a tutti una buona salute", guadagnandosi una lunga standing ovation. "E' un presidente operativo, non emerito", ha detto il figlio Piero. L'azienda che dalla sede di Bertinoro esporta waferini e viennesi in tutto il mondo è pronta ad aprire un nuovo stabilimento. "Babbi è un orgoglio per la nostra città, proviamo un sentimento di affetto e gratitudine, sono convinto che ci saranno altri 70 anni di successi", ha detto il vice sindaco di Cesena Christian Castorri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Cesena esporta la dolcezza nel mondo. In 600 per i 70 anni della dinastia Babbi arrivata alla quarta generazione: "Il segreto è la passione"

CesenaToday è in caricamento