Scoperta la "casa del buco": spacciatore accoglieva i clienti nel suo "eroina corner" allestito in garage

L'uomo, dichiaratosi tossicodipendente, è stato denunciato a piede libero per spaccio di stupefacenti

Niente take away, si “consumava” solo sul posto. Aveva attrezzato una vera e propria postazione per permettere ai suoi clienti di assumere eroina nel garage di casa sua il 38enne che a Sant’Angelo ogni giorno era solito accogliere una dozzina di clienti abituali della sua attività di spaccio.  A notare e segnalare un continuo viavai sospetto sono stati, come fortunatamente spesso accade, i residenti della zona, che hanno avvertito la Polizia locale dell’Unione Rubicone e Mare per il frequente, seppure ordinato e non molesto, andirivieni di persone.

Così gli agenti, sollecitati ad intervenire, hanno messo sotto osservazione l'immobile, rilevando nelle diverse giornate un copione pressoché simile ripetuto più e più volte durante la giornata: singole persone – principalmente uomini – che giungevano nei pressi dell'abitazione segnalata, impugnavano il telefonino per una breve telefonata ed entravano in un garage che veniva loro aperto e subito richiuso. Permanenza in loco di 15-20 minuti per poi andarsene senza lasciare traccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non sono quindi serviti molti giorni di pattugliamento per decidere di intervenire: l’Unità antidegrado ha scoperto così che in garage era stato allestito un vero e proprio corner per l’assunzione in loco dell’eroina, con siringhe monouso e tutto il necessario per l'iniezione in vena della dose appena acquistata dal padrone di casa. Niente scambi alla luce del sole, niente siringhe lasciate in strada, niente che potesse far allarmare troppo il vicinato. All'interno del garage, sottoposto quindi a perquisizione, sono state rinvenute varie siringhe, attrezzature per il confezionamento, un piccolo quantitativo di eroina. L'uomo, dichiaratosi tossicodipendente, è stato quindi denunciato a piede libero per spaccio di stupefacenti, mentre la prontamente ribattezzata “Casa del buco” ha chiuso i battenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento