Cronaca

Caos sciopero dei bus: alcuni sindacati lo revocano, altri no

E' impossibile districarsi tra la selva delle sigle sindacali e prima Start Romagna annuncia la revoca dello sciopero, poi però ritorna sui suoi passi e torna ad avvisare che, nonostante la firma di un accordo, non sarà in grado di garantire il servizio

E' caos sullo sciopero degli autobus previsto per venerdì prossimo. Come nella migliore tradizione italiana, è impossibile districarsi tra la selva delle sigle sindacali e prima Start Romagna annuncia la revoca dello sciopero, poi però ritorna sui suoi passi e torna ad avvisare che, nonostante la firma di un accordo, non sarà in grado di garantire il servizio. A farne le spese, come sempre, gli utenti.

Secondo le ultime e più aggiornate informazioni, quindi, lo sciopero aziendale di 24 ore dei dipendenti di Start Romagna proclamato per il giorno 3 Ottobre 2014 è stato revocato dalle Segreterie Provinciali Trasporti FILT-CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI a fronte dell’accordo raggiunto nella serata di martedì con la Direzione di Start Romagna. Resta confermato, invece, lo sciopero per le altre organizzazioni sindacali FAISA CISAL, FAST CONFSAL E USB Lavoro Privato di Forlì – Cesena che confermano lo stato di agitazione e la proclamazione dello sciopero aziendale dei dipendenti Start Romagna di 24 ore, che interessa le linee del bacino di Forlì – Cesena, per tutto l’arco della giornata (con garanzia dello svolgimento dei servizi nell’ambito delle fasce orarie localmente convenute).

Spiega una nota di Start Romagna: “Pertanto Start Romagna non sarà in grado di assicurare il normale svolgimento dei servizi di trasporto pubblico su gomma nella giornata di venerdì 3 ottobre dall’inizio alla fine del servizio. Durante lo sciopero saranno assicurate (sia per il servizio di trasporto su gomma urbano ed extra-urbano ) tutte le corse nelle seguenti fasce di garanzia dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 13.00 alle ore 16.00”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos sciopero dei bus: alcuni sindacati lo revocano, altri no

CesenaToday è in caricamento