Un'aggressione furiosa: prende a sassate il barista perché non gli serve più da bere

Sul posto, per fermare l'uomo e placare la situazione, si sono presentati gli agenti della Polizia Municipale. Il barista era sanguinante dal volto e dalla tempia.

Completamente ubriaco ha aggredito il barista che non voleva più dargli da bere. E’ successo nel pomeriggio di venerdì, quando da poco erano passate le 16.30, a Cesenatico in via Brunelleschi a Valverde. Sul posto, per fermare l’uomo e placare la situazione, si sono presentati gli agenti della Polizia Municipale di Cesenatico.

All'arrivo gli agenti hanno trovato un uomo, palesemente ubriaco, mentre litigava con alcuni clienti. Il barista, un rumeno di 62 anni, aveva invece il volto ferito e sanguinante. L’uomo ha riferito di essere stato aggredito poco prima proprio dall’ubriaco dopo essersi rifiutato di servirgli ancora alcolici, visto il suo stato di ebbrezza.

Tale rifiuto aveva scatenato la furiosa reazione del cliente il quale, dopo essere stato allontanato da bar, vi è rientrato con un sasso in mano che ha usato per colpire al volto e alla tempia il povero barista. Solo l'intervento di alcuni clienti presenti sul posto, che hanno bloccato l'uomo, ha evitato che la situazione degenerasse. Gli agenti hanno identificato l'aggressore in un albanese di 51 anni, muratore da tempo residente a Cesenatico. Il racconto del barista è stato pienamente confermato dai clienti presenti sul posto.

L'uomo ubriaco, per il cui contenimento è stato necessario inviare sul posto una seconda pattuglia, è stato quindi accompagnato in ufficio e poi più tardi rilasciato, dopo aver smaltito un po' di sbornia, con a carico un verbale per ubriachezza manifesta ed una denuncia per  lesioni volontarie aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento