San Mauro, Denis Ermeti nuovo presidente di Federazione Sanità regionale

"Agli ospedali in futuro sarà riservata sempre più la cura e il trattamento dei casi più gravi", commenta Ermeti

Con il cambio al vertice delle cooperative operanti nel settore sanitario, si conclude la stagione di rinnovo delle cariche di Federazione che ha interessato negli ultimi mesi il sistema Confcooperative Emilia Romagna. All’assemblea tenutasi nei giorni scorsi al Palazzo della Cooperazione di Bologna, è stato eletto il nuovo presidente di Confcooperative – FederazioneSanità Emilia Romagna: si tratta di Denis Ermeti, 43 anni, socio fondatore e presidente della cooperativa Nemesis di San Mauro Pascoli. Ermeti ha ricevuto il testimone dal presidente uscente Pio Serritelli, che nel 2010 ha contribuito a fare nascere la Federazione regionale, l’ha guidata per due mandati e l’ha fatta crescere fino ad oggi, impegnandosi su vari fronti, compresa la creazione del soggetto mutualistico nazionale di Confcooperative.

"Ringrazio Serritelli per l’importante lavoro svolto in tutti questi anni – ha esordito il neopresidente Ermeti -. Ritengo che la principale sfida di FederazioneSanità Emilia Romagna oggi sia legata al contributo che le nostre cooperative di medici, di infermieri, di specialisti delle professioni sanitarie, farmaceutiche e mutue, possono dare al Sistema Sanitario Regionale nella gestione della cronicità a domicilio, con particolare riferimento agli anziani e alle persone con disabilità. Agli ospedali in futuro sarà riservata sempre più la cura e il trattamento dei casi più gravi, per questo la medicina territoriale, e in particolare i medici di medicina generale, assumeranno un ruolo di maggiore importanza. A loro la cooperazione deve sapersi rivolgere per costruire progettualità capaci di dare servizi di elevata qualità ai cittadini, all’interno di un proficuo rapporto con le Istituzioni pubbliche".

"La mission di questa Federazione regionale – ha aggiunto Ermeti – è quella di collaborare alla costruzione di un sistema sanitario integrato tra pubblico e privato, creando le condizioni affinché i medici e le professioni sanitarie possano trovare nella cooperazione un efficace strumento per svolgere al meglio il loro lavoro. Collaborazione con le Istituzioni, aggregazione tra soggetti imprenditoriali e tra professionisti, sussidiarietà e intersettorialità saranno le parole d’ordine con le quali intendo caratterizzare il mio mandato, insieme ai colleghi eletti in consiglio e alla struttura di Confcooperative Emilia Romagna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento