Savignano, lavori a 360 gradi: si rinnova la stazione dell'Arma

"Abbiamo accolto la richiesta dell'Arma - spiega il sindaco Filippo Giovannini - per mettere a regime alcune migliorie sia nelle aree aperte al pubblico che negli alloggi destinati agli agenti intervenendo su decoro e sicurezza"

Conclusi a Savignano gli interventi finalizzati a migliorare sicurezza e funzionalità della stazione del Carabinieri. "Abbiamo accolto la richiesta dell'Arma - spiega il sindaco Filippo Giovannini - per mettere a regime alcune migliorie sia nelle aree aperte al pubblico che negli alloggi destinati agli agenti intervenendo su decoro e sicurezza". "Questi lavori – aggiunge il Comandante provinciale del Comando Carabinieri Forlì Cesena colonnello Luca Politi - non solo incrementano l'idoneità dei locali, ma rispondono a nuove esigenze, per esempio l'entrata in servizio di personale femminile, creando anche i presupposti per l'arrivo di nuove unità".

"Si tratta di un primo lotto di interventi - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Stefania Morara - a cui seguiranno altri nella direzione, già tracciata da tempo, di una più ampia riqualificazione di quel plesso, così importante per il presidio di tutto il territorio del Rubicone". "Investire in sicurezza - conclude l'assessore alla Sicurezza Natascia Bertozzi - significa anche investire nei luoghi che accolgono ogni giorno chi garantisce presidio e controllo del territorio, per renderli sempre più adeguati e funzionali al difficile lavoro che sono chiamati a svolgere".

I lavori

Savignano_StazioneCarabinieri-2L'edifico di via Don Minzoni, che ospita gli agenti del comando locale savignanese, è stato interessato nelle settimane estive da diversi interventi di manutenzione straordinaria per adeguamento funzionale finanziati dall'Amministrazione comunale, proprietaria dell'immobile, con uno stanziamento di 40mila euro. L'amministrazione comunale ha quindi raccolto le istanze per mettere a regime alcune migliorie sia nelle aree aperte al pubblico che negli alloggi destinati agli agenti. Si tratta di un primo lotto di interventi, a cui seguiranno altri nella direzione, già tracciata da tempo, di una più ampia riqualificazione del plesso.

I lavori hanno interessato quindi entrambi i piani dell'edificio: al piano terra ci sono i locali della Stazione come uffici, archivi e celle di sicurezza, mentre al primo piano trovano spazio un alloggio e le camere da letto del personale e relativi servizi igienici. Obiettivo principale dell'intervento è la sicurezza grazie al nuovo impianto di videosorveglianza installato in prossimità dell'ingresso su via Don Minzoni, per permettere al piantone un controllo più puntuale dell'area di accesso. La rete di videosorveglianza interna permetterà poi il monitoraggio delle celle di sicurezza, del cortile retrostante e degli accessi pedonali e carrabili.

L'ingresso stesso, inoltre, è stato trasformato aggiungendo un vetro di sicurezza dotato anche di vano passacarte per il passaggio dei documenti. Anche il cancello di ingresso è stato meccanizzato, mentre tutti i punti luce sono stati sostituiti con nuovi corpi illuminanti a risparmio energetico. Sia al pianterreno che negli alloggi al piano superiore, infine, si è intervenuti sui servizi igienici, creando inoltre nuovi spazi per il pernottamento degli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento