menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia la ex e i vigili di fronte alla figlioletta: caos alla stazione di servizio

Mentre gli agenti provavano ad ammanettarlo, l’uomo ha continuato la sua resistenza sputando addosso agli stessi e sferrando un calcio alla ex moglie intervenuta per calmarlo

E' stato arrestato e processato per direttissima venerdì mattina presso il Tribunale di Forlì un quarantunenne, originario di Vasto e residente in un comune del Rubicone, per resistenza a un pubblico ufficiale, rifiuto d'indicazioni sulla propria identità personale, lesioni personali con aggravanti per le ipotesi in cui l’incolumità fisica, nonché il bene della vita, siano considerate particolarmente a rischio.

Alle 18 una pattuglia della Polizia locale si stava fermando presso un distributore di carburante lungo Via Cesenatico quando si è imbattuta in uomo che strattonava e tirava i capelli a una donna, la sua ex compagna, china all’interno di una Fiat 500: gli agenti sono intervenuti immediatamente per verificare cosa stesse succedendo e hanno notato che all’interno del veicolo era presente anche la figlia minore dei due. Mentre l’uomo cercava di minimizzare, la donna invece ha approfittato della situazione per lanciare la sua richiesta d’aiuto e così gli uomini della Polizia locale hanno subito chiesto i documenti all’uomo, che si è rifiutato di fornirli, proferendo espressioni offensive. In quel momento è giunto sul posto anche un ufficiale di servizio della Polizia locale di Cesenatico, anche amico d’infanzia del quarantunenne, cercando di tranquillizzarlo.

Durante il colloquio è emerso come l’uomo avesse spintonato un’agente, rifiutando l’identificazione e così la Polizia locale ha dovuto necessariamente procedere con una denuncia a piede libero, invitando l’uomo a salire sull’auto di servizio ottenendo però un altro rifiuto con frasi sprezzanti e offensive. Proprio in quel momento l’uomo avrebbe iniziato a ribellarsi sferrando una testata allo zigomo sinistro dell’ispettore e una ginocchiata alle parti intime dello stesso, che ha avuto due giorni di prognosi al Pronto Soccorso. Mentre gli agenti provavano ad ammanettarlo, l’uomo ha continuato la sua resistenza sputando addosso agli stessi e sferrando un calcio alla ex moglie intervenuta per calmarlo. Tutta la vicenda è stata filmata dalle telecamere presenti al distributore di carburante.

Gli agenti della Polizia locale hanno proceduto con l’arresto facoltativo in quanto l’uomo ha mostrato aggressività nei confronti degli agenti e dell'ex compagna, peraltro di fronte alla figlia minore. Il quarantunenne è stato condotto al Comando di Polizia locale di Cesenatico e il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Forlì ha disposto gli arresti domiciliari presso la residenza dello stesso, in attesa dell’udienza di convalida in cui l’uomo ha patteggiato 8 mesi e 20 giorni di reclusione.

“Ringrazio gli agenti della Polizia locale che sono intervenuti in maniera pronta ed efficace evitando che una situazione già molto grave potesse degenerare ancora di più - commenta il sindaco Matteo Gozzoli - Spero che la donna coinvolta nel fatto stia bene e auguro anche pronta guarigione al nostro agente colpito. Episodi come questi vanno condannati e fermati sul nascere, Cesenatico è un paese fortemente attento alla problematica della violenza sulle donne, una piaga purtroppo diffusa nella nostra società".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento