rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca Bagno di Romagna

Pedonalizzazione nel centro storico del paese: "Non è questo il momento delle sperimentazioni"

Confcommercio e Confesercenti: "Non è questo il momento delle sperimentazioni sulla pelle delle imprese, vero polmone del centro storico, presidio di sicurezza e unica speranza per una ripresa economica e sociale"

Confcommercio e Confesercenti di Bagno di Romagna intervengono sulla pedonalizzazione del centro storico di San Piero in Bagno. "Non è il momento delle sperimentazioni. Premettiamo: non siamo contro a prescindere crediamo che la fruizione del centro storico di San Piero in bagno debba essere oggetto di confronto e che l’istituzione di nuove isole pedonali o Ztl possa essere nel tempo presa in considerazione. Non è questo il momento delle sperimentazioni sulla pelle delle imprese, vero polmone del centro storico, presidio di sicurezza e unica speranza per una ripresa economica e sociale".

Proseguono Confcommercio e Confesercenti: "Non è questo il momento della sperimentazione ancor più alla luce dei risultati di Via Marconi che a detta dell’Amministrazione stessa era stata definita fallimentare. Non è questo il momento della sperimentazione; non perché l’immobilismo e la paura del cambiamento impediscano lo sviluppo ma perché tra il 2015 e il 2023 quando, il progetto condiviso e condivisibile veniva avviato c’è stata oltre al perdurare della crisi economica una pandemia, tre cantieri è una guerra; il contesto economico è cambiato. Il nostro territorio è sicuramente a vocazione turistica ma come sappiamo raggiungibile solo con mezzi privati; San Piero non è una meta ma storicamente commerciale e punto di incontro di tutte le località limitrofe anche delle regioni vicine. Se vogliamo che chiunque arriva nel nostro territorio possa usufruire dei servizi che il centro di S. Piero offre, dobbiamo fare in modo che sia facilmente usufruibile e raggiungibile. Non dimentichiamo che nel centro di S. Piero in Bagno esistono attività di ristorazione importanti e di servizi commerciali qualificati, che si rivolgono anche a clientela non locale".

"Per arrivare alle conclusioni, esattamente un mese fa le Associazioni di categoria ponevano all’attenzione dell’Amministrazione Comunale tanti dubbi circa la decisione ora assunta. Tutte le attività all’uopo consultate avevano espresso il loro totale parere negativo.  Nell’ottica della reciproca collaborazione e rispetto che ci contraddistingue siamo sempre pronti al dialogo al fine di intraprendere la strada migliore al servizio delle imprese e della Comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedonalizzazione nel centro storico del paese: "Non è questo il momento delle sperimentazioni"

CesenaToday è in caricamento