menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fotoservizio di Davide Sapone

Fotoservizio di Davide Sapone

Fucili e auto incendiate: l'assalto al portavalori frutta centinaia di migliaia di euro

Hanno dato l'assalto ad un furgone portavalori, bloccando l'autostrada A14. I banditi per bloccare l'autostrada non hanno esitato ad appiccare il fuoco a delle auto

Hanno dato l'assalto ad un furgone portavalori, bloccando l'autostrada A14. I banditi, un commando formato da una mezza dozzina, per bloccare l'autostrada non hanno esitato ad accendere dei fuochi e a dare alle fiamme dei veicoli: bruciate tre auto. Ma non solo: i malviventi hanno sequestrato un camion, facendo uscire il conducente sotto la minaccia delle armi, quindi lo hanno messo di traverso per bloccare la corsia sud. Stessa scena dopo aver scavalcato il new jersey: auto sequestrata ad un ignaro automobilista e chiodi a tre punte in mezzo all'asfalto. Un altro camion è stato infine sequestrato ed utilizzato come blocco, per isolare completamente l'area della rapina.

AUTO A FUOCO, CAOS IN A14 - IL VIDEO

In quel momento transitavano due furgoni portavalori. Uno di questi ha visto l'assalto dei banditi, armati di armi lunghe come fucili e kalashnikov, che hanno colpito con determinazione per portare via il prezioso carico del furgone, partito da Rimini. Il secondo mezzo era di scorta. Le due guardie giurate si sono asserragliate all'interno, dato anche il numero decisamente maggiore di malviventi armati all'esterno. Il camioncino è stato divelto dal tetto. Dall'interno è stato prelevato un sacco a quanto sembra pieno di contante. Il bottino supererebbe i 400.000 euro in contanti, secondo le prime e frammentarie informazioni.

A differenza di quanto si temeva in un primo momento, non si registrano feriti, sebbene siano stati sentiti degli spari. Almeno 50-100 i colpi sparati documentati dalla Polizia. Sul posto successivamente si è portata un'ambulanza del 118 con un codice di massima gravità, ma a quanto sembra solo a scopo precauzionale. Dopo la violenta rapina, il commando è scappato con l'ultima auto rubata poco prima dell'assalto al portavalori. Una fuga breve: quest'auto si sarebbe fermata nel territorio di Gambettola e i malviventi a quanto pare sono scappati a piedi per la campagna.

E' come è andata la rapina che è avvenuta intorno alle 18,30 di lunedì, nel tratto della carreggiata nord tra le uscite “Valle del Rubicone” e Cesena, al km 103-104. Immediato è partito l'allarme a tutte le forze dell'ordine in Romagna, che hanno approntato posti di blocco lungo tutte le arterie di fuga. Si sono levati in cielo anche gli elicotteri, quello dei carabinieri di stanza all'aeroporto di Forlì, e quello della Polizia, partito da Bologna. Le ricerche si sono concentrare sulle strade secondarie nei dintorni dell'autostrada, nella campagna cesenate di Bulgarnò, Ruffio e Macerone. Per domare le fiamme alle auto usate come ostacolo, si sono portate in autostrada diverse squadre dei vigili del fuoco.

L'autostrada è stata bloccata, pesanti le ripercussioni per il traffico. A rendere ancora più complessa la gestione del traffico è la presenza di un cantiere, precedente alla rapina, che comporta anche uno scambio di carreggiata. Sul posto la Polizia di Stato sta operando per i rilievi e la ricostruzione dell'accaduto. Di sicuro una rapina organizzata nei minimi dettagli, da un gruppo di malviventi ben addestrati. Per permettere le attività investigative, dopo una breve riapertura, l'autostrada è stata chiusa tra Cesena Nord e Rimini Nord, in entrambe le direzioni: una ventina di chilometri off-limits alle auto che stanno facendo collassare la viabilità ordinaria sia sulla via Emilia che sulla Statale Adriatica. 

Particolarmente complessa anche l'operazione di rimozione dei veicoli. Tra auto bruciate, quelle rubate e poi abbandonate, i due furgono portavalori e i tir messi di traverso ci sono almeno sei-sette veicoli su cui fare rilievi. Grande allarme hanno destato le colonne di fumo nero che dall'autostrada sono state viste in tutto il territorio Cesenate, fino a Cesenatico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento