menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova legge sulle etichettature, la Confesercenti prepara un cartello provvisorio per i commercianti

La Confesercenti Cesenate e il Cescot hanno organizzato a Cesena e a Bagno di Romagna seminari formativi gratuiti sulla nuova legge relativa alla etichettatura dei prodotti alimentari, che entrerà in vigore dal 13 dicembre 2014. Le sale dei convegni erano gremite di commercianti

La Confesercenti Cesenate e il Cescot hanno organizzato a Cesena e a Bagno di Romagna seminari formativi gratuiti sulla nuova legge relativa alla etichettatura dei prodotti alimentari, che entrerà in vigore dal 13 dicembre 2014. Le sale dei convegni erano gremite di commercianti e operatori che hanno espresso la loro preoccupazione di fronte alla nuova normativa che presenta ancora molti lati oscuri, nonostante la sua entrata in vigore. Anzi, a. per far fronte alle lacune della normativa e in attesa dei chiarimenti sulla applicazione della nuova legge, la Confesercenti Cesenate ha messo a punto un cartello informativo provvisorio a disposizione presso le sedi della associazione su tutto il territorio.

Per far sì che gli operatori siano informati sulla nuova normativa, il Cescot e la Confesercenti Cesenate hanno organizzato giovedì 11 dicembre, San Piero in Bagno, un nuovo seminario formativo gratuito, dopo quello realizzato a Cesena. Il prossimo seminario gratuito si terrà nei prossimi giorni a Cesenatico, per gli esercenti della zona mare.

Dal 13 dicembre 2014 entra infatti in vigore il regolamento europeo n. 1169/2011 che ridefinisce la normativa relativa all’etichettatura dei prodotti alimentari. Il regolamento  si applica agli operatori del settore alimentare in tutte le fasi della catena alimentare; a tutti gli alimenti destinati al consumatore finale, compresi quelli forniti dalle collettività, e a quelli destinati alla fornitura delle collettività. La legge interessa anche i menù nei ristoranti e su questo argomento la Fiepet-Confesercenti si è espressa per un sì alla sicurezza dei consumatori ma senza burocratizzare ulteriormente il lavoro degli esercenti.

Con l’entrata in vigore della nuova legge sarà obbligatorio indicare gli allergeni anche per i prodotti somministrati nei ristoranti, mense e bar con annessa ristorazione e ancora deve essere ben chiarito come l’esercente si debba muovere. Ciò in virtù del Regolamento europeo 1169 del 2011 che prevede l’obbligo di fornire l’elenco di tutti le sostanze presenti negli alimenti somministrati non preimballati o imballati al momento.

Lo Stato italiano aveva però tre anni di tempo per trovare una normativa attuativa tale da garantire la sicurezza del consumatore e nello stesso tempo, ad avviso di Fiepet Confesercenti, non gravare i ristoratori di un ulteriore balzello burocratico. Ciò non è stato fatto, per cui all’avvio del periodo natalizio gli operatori di questo settore si trovano ancora di fronte al dilemma di come organizzarsi di fronte alla nuova norma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento