Sentenza sui matrimoni gay, Sel: "Ci impegniamo per questo principio"

"Alle obiezioni del Comune di Grosseto, per le quali «la normativa italiana non consente a persone dello stesso sesso di contrarre matrimonio», il magistrato giustamente replica che nessuna legge italiana impedisce di trascrivere un matrimonio celebrato all'estero"

“Riconoscimento dei matrimoni gay celebrati all’estero: un atto di civiltà”: è la presa di posizione del SEL in merito all'ultimo caso di cronaca di Grosseto. La sentenza del tribunale di Grosseto, che obbliga a trascrivere nel registro di stato civile comunale il matrimonio di una coppia gay contratto a New York, “è un atto di civiltà”, spiega SEL.

“Alle obiezioni del Comune di Grosseto, per le quali «la normativa italiana non consente a persone dello stesso sesso di contrarre matrimonio», il magistrato giustamente replica che nessuna legge italiana impedisce di trascrivere un matrimonio celebrato all’estero, e che tale trascrizione si limita a certificare e rendere pubblico «un atto già valido di per sé». Superando così, di fatto, le odiose discriminazioni per le quali una coppia gay non può beneficiare di tutti i diritti di una eterosessuale, dall’assistenza in ospedale all’eredità, alla pensione di reversibilità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Avevamo proposto al centro-sinistra di prevedere nel nostro programma l’istituzione del registro delle coppie di fatto: l’idea, che purtroppo non fu accolta, aveva un valore puramente simbolico. Adesso una sentenza innovativa e coraggiosa apre un nuovo e ben più sostanzioso capitolo sui diritti degli individui e delle coppie, di tutte le coppie, nel nostro Paese. Garantiamo, per quel che ci riguarda, il nostro impegno per questa nuova estensione del principio costituzionale secondo il quale «tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali».”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento