menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vento furioso, il mare si agita all'improvviso: paura per diversi pescherecci

La riapertura delle Porte Vinciane è prevista venerdì mattina, ma le condizioni meteo saranno costantemente monitorate al fine di valutare per tempo possibili anticipi o posticipi

Momenti di apprensione martedì al porto canale di Cesenatico, prima della chiusura delle “Porte Vinciane”, avvenuta alle 14.30 circa, con la Guardia Costiera a coordinare gli ormeggi in porto ed a diramare le allerte ai pescherecci ed a tutti gli operatori portuali, oltre che a gestire il flusso di informazioni nautiche necessarie per consentire la regolare ed ordinata chiusura del dispositivo.  Viste le previsioni meteo disponibili già da metà mattinata, infatti, il sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli, ha convocato d’urgenza una riunione alla quale hanno preso parte, oltre agli operatori comunali addetti alla movimentazione delle porte, anche il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo, il tenente di vascello Stefano Luciani, ed il vicesindaco Mauro Gasperini, per definire in maniera condivisa orari e condizioni di chiusura e riapertura del dispositivo di protezione del centro abitato. 

PAURA PER DIVERSI PESCHERECCI - Con diversi pescherecci ancora in alto mare, ad oltre 20 miglia di distanza dalla costa, la sala operativa della Guardia Costiera di Cesenatico si è attivata immediatamente per richiamare all’ingresso in porto i diversi comandanti, e tenuto conto delle condizioni meteo effettivamente concretizzatesi di lì a poco, la chiamata si è rivelata provvidenziale: le onde alte fino ad oltre 2 metri, anche sotto costa, e le raffiche di vento che hanno raggiunto, in diverse occasioni, punte di oltre 70 chilometri orai orari di intensità, hanno lasciato appena il tempo di invertire la rotta e dirigere a tutta velocità verso il porto, dove hanno fortunatamente trovato tempestivo riparo tutte e 8 le imbarcazioni avventuratesi più al largo. Particolarmente difficoltosa, a causa del forte moto ondoso, e della forte inerzia dei due grandi pescherecci, la manovra di ingresso in porto delle ultime due unità, il “Nonno Lugaro” ed il “Giomada”, i cui comandanti, comunque, sono stati abili nel governare debitamente gli scafi fino al rispettivo posto d’ormeggio. Le alte onde hanno inoltre ostacolato anche la chiusura stessa delle “Porte Vinciane”, portata a termine con successo grazie all’esperienza del personale della Protezione Civile comunale addetto. 

continua nella pagina successiva ====> NUOVA ALLERTA METEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento