Salumi fatti in casa: le regole per la macellazione dei suini

La macellazione è consentita a qualsiasi privato che disponga di spazi adatti per eseguirla, e ogni famiglia può macellare fino a un massimo di 4 capi

Nel Cesenate è ancora diffusa la consuetudine di macellare a domicilio i suini per il consumo familiare, e l’operazione tradizionalmente si effettua in questo periodo dell’anno. Ma, per garantire il rispetto delle norme di vigilanza sanitaria sulle carni, anche questo tipo di macellazione deve seguire precise regole, indicate nell’ordinanza emanata dal Settore Tutela dell’Ambiente e del Territorio del Comune di Cesena, in vigore fino al 3 marzo. Entrando nel dettaglio, coloro che intendono macellare i suini a domicilio dovranno richiedere con un anticipo di almeno due giorni lavorativi la preventiva visita ispettiva al Servizio Veterinario dell’Ausl: per farlo occorre rivolgersi agli uffici del Servizio Veterinario in via Marino Moretti n99 (telefono  0547 352061), per concordare data e ora della macellazione.

La macellazione è consentita a qualsiasi privato che disponga di spazi adatti per eseguirla, e ogni famiglia può macellare fino a un massimo di 4 capi. Le carni ottenute non possono essere commercializzate. Le operazioni devono essere eseguite da personale esperto, secondo le regole previste per evitare all’animale inutili sofferenze. Gli strumenti utilizzati devono essere conservati in buone condizioni d’igiene, lavati e disinfettati prima e dopo ogni macellazione e lavorazione delle carni. Le parti dell’animale macellato non possono essere allontanati dal luogo della macellazione prima della visita veterinaria.

I campioni prelevati saranno sottoposti a esame di laboratorio, presso la sezione di  Forlì dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale, per la ricerca delle Trichinelle. Nell’attesa, però, le carni possono essere lavorate ed eventualmente anche consumate, previa cottura. Il Servizio Veterinario informerà l’utente dell’esito delle analisi solo in caso di esame sfavorevole; questo avverrà entro le 48 ore successive alla visita (72 ore in caso di macellazione in giorno prefestivo).

Il pagamento dei diritti veterinari, che ammontano a 9 euro per ciascun suino macellato, e dell’onere per le spese di trasporto, fissato dall’Ausl Romagna – Sede di Cesena in 4,50 euro, è a totale carico del richiedente, e dovrà essere effettuato tramite bollettino di conto corrente postale o bonifico bancario secondo le istruzioni riportate nella nota di addebito successivamente inviata tramite posta. L’ordinanza completa può essere scaricata dal sito del Comune di Cesena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento