rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca Gambettola

Lo “Ius Soli” entra nello Statuto comunale: cittadinanza onoraria per i minori stranieri. E festa della cittadinanza

Il Comune di Gambettola inserisce nel proprio Statuto il riferimento del principio dello Ius Soli. Lo ha stabilito il Consiglio Comunale del 28 settembre che a maggioranza ha approvato una delibera con modifiche allo Statuto comunale

Il Comune di Gambettola inserisce nel proprio Statuto il riferimento del principio dello Ius Soli. Lo ha stabilito il Consiglio Comunale del 28 settembre che a maggioranza, con voto contrario della minoranza, ha approvato una delibera con modifiche allo Statuto comunale in attuazione dell’ordine del giorno del gruppo “Cittadini per Gambettola” nello scorso mese di luglio, che impegnava a inserire nello Statuto un riferimento al principio dello "Ius soli" e la cittadinanza onoraria del Comune di Gambettola per minori stranieri. Successivamente si procederà con la modifica per la concessione della cittadinanza onoraria a tutti i minorenni stranieri, nati in Italia da genitori regolarmente soggiornanti nel nostro paese, o che sul territorio nazionale abbiano concluso almeno un ciclo di studi. 

“Anche se simbolica, la cittadinanza onoraria per i giovani figli di migranti, nati e scolarizzati sul suolo gambettolese, è realtà - ha commentato il sindaco Maria Letizia Bisacchi - Con questa scelta oggi cerchiamo di dare un  messaggio per un futuro diverso, per la comunità che vogliamo costruire e lo portiamo avanti con il conferimento di questa cittadinanza. È un risultato importante ai fini della concreta attuazione del principio costituzionale di uguaglianza. Siamo convinti, che il riconoscimento ai giovani di origine straniera della cittadinanza onoraria, pur come gesto simbolico, possa agevolare un percorso di integrazione reale in cui veder affermata l’idea di una comunità al contempo unica e plurale, in cui le diversità possano costituire una ricchezza e non un problema e in cui il dialogo, il confronto e il rispetto dei diritti e dei doveri costituzionali siano considerati capisaldi di una civile convivenza.”.

Come richiesto dal Gruppo consiliare “Cittadini per Gambettola”, è istituita la quindi Cittadinanza onoraria del Comune di Gambettola per tutti i minori stranieri residenti, che risultano nati in Italia da genitori stranieri regolarmente soggiornanti oppure, se nati all’estero, che abbiano completato almeno un ciclo di studi appartenenti al sistema educativo di istruzione e formazione italiano, come speciale forma di riconoscimento del loro ruolo di coesione tra popoli e culture diversi e per affermare pienamente le libertà fondamentali delle persone. Ogni anno il 20 novembre – giornata internazionale dei diritti dell’infanzia – è istituita inoltre la “Festa della cittadinanza” dedicata a coloro che riceveranno la cittadinanza onoraria.

Nella seduta del 28 settembre è stato inoltre approvato il bilancio consolidato, illustrato dal vice sindaco Marcello Pirini, votato a maggioranza con astensione della minoranza.

La Programmazione per il 2023: sostegno alle fasce fragili della popolazioneInoltre il sindaco Maria Letizia Bisacchi, nell’illustrare il DUP 2023-2025 ha indicato le azioni prioritarie che guideranno le prossime azioni dell’Amministrazione soprattutto nel campo del sociale, del sostegno alle fasce fragili della popolazione, soprattutto a fronte dei maggiori costi che si prevedono a causa dei rincari energetici dovuti alla crisi internazionale: “la nostra azione sarà prioritariamente guidata dalla necessità di dare risposte e sostegni alla nostra comunità visti i tempi e difficili e complicati che si prospettano e queste scelte troveranno riflesso anche nella redazione del bilancio 2023 nei prossimi mesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo “Ius Soli” entra nello Statuto comunale: cittadinanza onoraria per i minori stranieri. E festa della cittadinanza

CesenaToday è in caricamento