menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Litiga con il Comune per il suolo e mette un new jersey per bloccare la nuova pista ciclabile

La contesa su un pezzo di terra ha preso forma in modo clamorosamente visibile con un blocco di new jersey messo di traverso su una pista ciclabile per sbarrare il passo ad ogni veicolo

La contesa su un pezzo di terra ha preso forma in modo clamorosamente visibile con un blocco di new jersey messo di traverso su una pista ciclabile per sbarrare il passo ad ogni veicolo, una pista ciclabile costruita dal Comune nel 2012 che, forse, non doveva essere realizzata lì, su un suolo che ora non si capisce bene chi l'abbia in uso. La protesta di un privato ha prodotto questo gesto eclatante su cui piove, almeno per le sue modalità, la censura del sindaco Matteo Gozzoli: "Un atteggiamento incomprensibile che danneggia la nostra comunità”.

Il fatto è avvenuto in viale Litorale Marina, la strada stretta tra Adriatica e Ferrovia che serve alcune case e che conduce ad una pista per l'allenamento delle squadre ciclistiche, a lato di un distributore di benzina che serve l'Adriatica stessa. Sabato mattina intorno alle 9 un camion ha scaricato e posizionato i new jersey. A quanto pare il terreno su cui sorge la pista ciclabile e l'impianto sportivo, di proprietà dell'Anas, sarebbe stato dato in concessione dell'Anas stessa al titolare della pompa di benzina. Eppure, nonostante questo vincolo, il Comune 5 anni fa ha realizzato a margine della stessa area, ma nel suo perimetro, una pista ciclabile, che ora il concessionario ha deciso di sbarrare, bloccando così un collegamento ciclabile tra la zona sud e il centro di Cesenatico.

LA PISTA CICLABILE SBARRATA, ECCO PERCHE' ==> continua

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento