menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Linea fashion e sportiva per superare le barriere, la nuova collezione firmata Loris Cappanna

Si tratta di una linea per il tempo libero, in felpa biologica certificata, per persone normodotate e per atleti e per persone portatrici di disabilità

Si chiama Refashion Up la neonata capsule collection firmata Loris Cappanna e Refashion Aps, dedicata all’abbigliamento sportivo, che prevede anche capi di adaptive fashion.

E' l’ultima creazione dell’atelier sociale attivo via Roma a Savignano sul Rubicone a cura dell’associazione Refashion Aps, nell’ambito delle attività in tema di parità di genere promosse dal Comune di Savignano sul Rubicone, aggiudicatario di un bando regionale.
Il progetto è scaturito dall’incontro tra Vanna Brocculi, Presidente di Refashion Aps, e il campione del mondo di Duathlon Loris Cappanna.

La forza e determinazione nel vincere i limiti della cecità che lo affligge da circa 15 anni, sono state fonte di ispirazione per la creazione della nuova collezione, interpretata dallo stesso Cappanna e Giampiero Rondini e Matteo Batani, coach che accompagnano l’atleta negli allenamenti e nella vita.

La linea Refashion Up propone uno stile senza barriere. Si tratta di una linea per il tempo libero, in felpa biologica certificata, per persone normodotate e per atleti e per persone portatrici di disabilità, realizzata tramite speciali tecniche che ne favoriscono la vestizione e il comfort, rispettando l'estetica del capo.

Refashion Up non è l’unico progetto di adaptive fashion sviluppato dall'atelier. Tra questi si ricorda la sponsorizzazione di Nonno seduto, sitcom di Michele Sanguine, in arte Toro seduto, rapper 34enne affetto da distrofia muscolare di Duchenne, divenuto famoso dopo il concerto tenuto all’Alcatraz di Milano nel febbraio 2019, e noto per la sua lotta contro i limiti della disabilità. Refashion ha realizzato per lui e per il suo staff gli abiti per la registrazione del programma destinato al web che si sta effettuando in questi giorni.

“La disabilita – afferma Loris Cappanna - è sempre e solo negli occhi di chi la guarda e la giudica”.

“Loris Cappanna non è solo un atleta ma anche un uomo straordinario – afferma Vanna Brocculi -. La sua testimonianza è stato un inno alla vita, da persona non vedente, dopo aver fatto, come dice lui ‘un viaggio all'inferno’. Ci hanno ispirato la determinazione infinita e l’autodisciplina ferrea cui si sottopone senza sconti”.

“Avvicinare la cittadinanza ai temi dell’inclusione, del superamento delle barriere, dell’affrancamento sociale – afferma il Vice Sindaco e Assessore ai Servizi sociali Nicola Dellapasqua - significa spostare passo dopo passo l’asticella dai livelli essenziali di servizio a quelli della qualità del vivere in comunità. Quando questo avviene in connessione tra pubblico e privato, il risultato è doppio e per questo ringrazio i volontari dell’associazione Refashion che offrono non solo il loro impegno e la loro dedizione ma anche la loro creatività”.

REFASHION APS

Nel 2019 Refashion Aps è risultata assegnataria di contributi regionali per attività rivolte a sostenere la presenza paritaria delle donne nella vita economica del territorio, favorendo l'accesso al lavoro, i percorsi di carriera e la promozione di progetti di welfare aziendale finalizzati al work-life balance e al miglioramento della qualità della vita delle persone. In particolare, tramite l’Atelier ri-creativo realizzato a Savignano sul Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena, Refashion Aps si prefigge di trasferire e potenziare competenze in ambito confezione e modellistica della confezione in un territorio, quello del Rubicone, da sempre vocato al tessile e al manufatturiero.

LORIS CAPPANNA

Nato in Svizzera il 15 dicembre 1972, è stato riconosciuto cieco totale nel 2009 per una malattia congenita rara dalla nascita e successivo incidente domestico, dopo aver subito complessivamente 17 interventi chirurgici agli occhi.

Ha vinto due campionati italiani di mezza maratona 2015 - 2017 e due campionati italiani di maratona nei medesimi anni. Con il sostegno della Nazionale italiana triathlon Paralimpico, ha conquistato due titoli italiani paraduathlon 2019-2021, sempre nel 2019 difendendo i colori della maglia azzurra ha conquistato il titolo mondiale paraduathlon in Spagna. In questo anno appena iniziato il suo impegno è in prospettiva delle qualifiche per le paralimpiadi di Tokyo 2021.
In collaborazione con i suoi atleti guida nel 2018 ha fondato l’associazione di promozione sociale Non ho paura del buio Aps.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento