La città che non va, corre d'urgenza all'ospedale. Multa beffa perchè senza monete

Miriam ha raccontato la sua disavventura capitata pochi giorni fa a Cesena all'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena nell'ambito dell'iniziativa "La città che non va", la raccolta di problematiche che vede il lettore protagonista.

"Chiedo ai gentili lettori di questo giornale: è possibile che chi accompagna un paziente in emergenza debba preoccuparsi in primis del parcheggio, invece del paziente?". A porsi la domanda è Miriam, che ha raccontato la sua disavventura capitata pochi giorni fa a Cesena all'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena nell'ambito dell'iniziativa “La città che non va”, la raccolta di problematiche che vede il lettore protagonista.

Per le segnalazioni, inviare una e-mail (con materiale fotografico e non anonima) a redazione@romagnaoggi.it. Racconta Miriam: "Lo scorso 31 maggio la moglie di un mio amico mi chiama chiedendomi se potevo accompagnarli al Pronto Soccorso dell'Ospedale per un ricovero di urgenza del marito (che da poco aveva avuto un ictus). Data la necessità e l'urgenza manifestate dalla mia amica mi sono precipitata a casa loro e di corsa siamo andati in Ospedale".

Continua il racconto della nostra lettrice: "Giunti lì, sono scesi dall'auto all'ingresso del pronto soccorso ed io ho provato a cercare un parcheggio. I parcheggi erano tutti a pagamento e purtroppo non avevo monete (avevo il bancomat ma non è possibile pagare con quello) ed essendo, in quel momento, prioritario aiutare la mia amica per l'accettazione di suo marito, non mi sono posta interrogativi sulla priorità delle cose da farsi ed ho parcheggiato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo circa 15 minuti esco dall'Ospedale e giunta in prossimità dell'auto scopro, con grandissima sorpresa, una multa di 41euro sul cruscotto - evidenzia la lettrice -. Mi chiedo e chiedo ai gentili lettori di questo giornale: è possibile che chi accompagna un paziente in emergenza debba preoccuparsi in primis del parcheggio, invece del paziente?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento