Cronaca

“Io dono e tu?”, parte la campagna: Avis vuole allargare la famiglia dei donatori

La campagna do comunicazione ha l’obiettivo di “reclutare” nuovi donatori, evidenziando quanto la donazione sia un gesto semplice e di grande generosità

Avis Cesena lancia la campagna di comunicazione “Io dono e tu?” per allargare la famiglia dei donatori, una famiglia che comprende già  a Cesena  quasi quattromila persone a Cesena e oltre settemila nell’intero comprensorio. La campagna, che è appena partita con affissioni in tutto il territorio comunale, ma che prevede un più ampio ventaglio di azioni, ha l’obiettivo di “reclutare” nuovi donatori, evidenziando quanto la donazione sia un gesto semplice e di grande generosità.

“Far crescere la schiera delle persone che contribuiscono alla raccolta di sangue  - spiega Fausto Aguzzoni, presidente di Avis Comunale Cesena – è fondamentale per consentirci di continuare il nostro impegno, grazie al quale già ora siamo in grado di garantire al territorio l’autosufficienza per quanto riguarda il sangue intero, mentre il prossimo traguardo è quello di raggiungere l’autosufficienza anche per il plasma. Un impegno non semplice, soprattutto perchè in questo periodo sempre più spesso si rendono necessarie sospensioni temporanee (che non riguardano solo il Covid). Per questo, nel 2021 vorremmo che il numero dei nostri donatori arrivasse al 5% della popolazione complessiva: nel concreto significa avvicinare circa 1000 nuovi donatori”.

E’ questa la molla dell’intera campagna, studiata da Marco Zavalloni di Hazo, i cui riportano in evidenza il numero telefonico della Segreteria Avis, da chiamare per  prenotare la visita di idoneità e le analisi che consentono poi di iniziare a donare.

Queste azione  troverà una sua estensione anche sui social dove i protagonisti saranno gli donatori. Il fotografo Simone Ragazzini ha infatti realizzato ritratti che vedono protagonisti alcuni donatori top, ovvero quelli che hanno all’attivo un numero record di donazioni: fra loro Marino Strada che ha donato per ben 216 volte, e anche famiglie che con Avis hanno un legame forte, come i fratelli  Marta e Fabio Foiera (rispettivamente 144 e 207 donazioni) e Tarcisio e Matteo Casalboni, padre e figlio, con all’attivo  200 donazioni il primo e 104 il secondo. Ma ci sono pure 3 giovani che hanno appena iniziato il percorso con la prima donazione.

La campagna ideata da TAT società, che si occupa di marketing solidale, creata da Elisa Aletti, Nicoletta e Raffaella Tozzi, ha poi coinvolto anche le aziende e le associazioni di categoria e alcune grandi realtà del territorio; il progetto propone loro di diventare Ambasciatori Avis, impegnandosi a sensibilizzare i loro dipendenti sul tema della donazione di sangue, con l’invio a tutti loro di  una newsletter che rappresenta una chiamata all’azione verso la donazione. Nei prossimi giorni le pagine social di Avis Cesena inizieranno a raccontare anche delle prime partnership già siglate.

Non poteva poi mancare come da tradizione di Avis un coinvolgimento dei giovani. Questi saranno protagonisti di un progetto dal titolo “ La campagna di comunicazione la realizzate voi” che vede protagonisti i ragazzi del Liceo Scientifico Righi, del Liceo classico Monti e la sezione grafici dell’Iris Versari. I Licei redigeranno un briefing per i colleghi del Versari che dovranno realizzare i poster della campagna affissioni che uscirà in primavera e un booklet che parli ai giovani di donazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Io dono e tu?”, parte la campagna: Avis vuole allargare la famiglia dei donatori

CesenaToday è in caricamento