I vincitori del premio "La città visibile. Savignano sul Rubicone, città della fotografia"

I tre giovani, studenti del Master in valorizzazione turistica e gestione del patrimonio culturale dell’Università di Bologna, sono i vincitori del premio (in palio 2000 euro) promosso dal Comune di Savignano

La sfida lanciata dal Comune di Savignano sul Rubicone, promotore del Premio “La città visibile. Savignano sul Rubicone, Città della Fotografia” è stata raccolta, e vinta, da Gemma Buccella, in collaborazione con Maria Elisabetta Coffari e Edoardo Massa.

I tre giovani, studenti del Master in valorizzazione turistica e gestione del patrimonio culturale dell’Università di Bologna, sono i vincitori del premio (in palio 2000 euro) promosso dal Comune di Savignano sul Rubicone, con il patrocinio dell’Università di Bologna, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita – Campus di Rimini e sono stati presentati stamane nel corso di una conferenza stampa. Erano presenti per l’occasione oltre ai tre giovani, il Sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini, il direttore artistico di SI FEST, Denis Curti (in streaming), Federica Muzzarelli, docente dell’Università di Bologna, Dipartimento QUVI (in streaming) e Massimo Giovanardi, docente dell’Università di Bologna, Dipartimento QUVI ((nella foto).

Il premio era rivolto ai laureati e laureandi dei Campus della Romagna, Università di Bologna, con lo scopo di avviare una riflessione sulla progettazione di interventi in grado di contraddistinguere e dare forma e visibilità alla relazione “Savignano sul Rubicone” e “Fotografia”. In palio un monte premi di 2000 euro.

La commissione composta da Filippo Giovannini, Sindaco del Comune di Savignano sul Rubicone con delega alla Cultura (Presidente); Denis Curti, direttore artistico di SI Fest Savignano Immagini Festival; Federica Muzzarelli, professoressa ordinaria di Fotografia e cultura visuale, Università di Bologna, Campus di Rimini; Monica Sassatelli, professoressa associata di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Università di Bologna, Campus di Rimini e Massimo Giovanardi, professore associato di Economia e gestione delle imprese, Università di Bologna, Campus di Rimini, ha assegnato il premio al progetto dal titolo “Savignano sul Rubicone: Città della Fotografia” presentato da Gemma Buccella in collaborazione con Maria Elisabetta Coffari e Edoardo Massa.

Il lavoro premiato analizza il tema in modo organico e complessivo, includendo fra le proposte sia l'aspetto di più immediato impatto, legato ad arredo urbano, toponomastica, caratterizzazione degli spazi in disuso e, ultimo sull’apertura di un museo/sala espositiva con cui caratterizzare la città di Savignano sul Rubicone. Il progetto ha preso in esame gli aspetti enogastronomici come veicolo divulgativo per approdare al tema comunicativo ad una proposta di un logo, un piano editoriale, sito web e blog per raggiungere un pubblico vasto ed eterogeneo.

DI notevole interesse per far sentire "la fotografia addosso" ai savignanesi (nota citazione del compianto fotoreporter Marco Pesaresi) è risultata la sezione dedicata alle strategie di coinvolgimento della popolazione, articolate e sviluppate in modo esaustivo, fino alle proposte dei servizi pedagogici per creare una coscienza fotografica fin dalla giovane età, e coinvolgere così bambini e famiglie. Il ponte con partner nazionali e internazionali, che nell’ambito di IDE il Comune sta già attuando, va a concludere un percorso che, con metodo e visione, definisce non solo le linee strategiche, ma anche le declinazioni più puntuali perché Savignano possa giocare in pieno il ruolo di Città della Fotografia.

“Ho sempre pensato che la fotografia sia il risultato di una messa in scena, l’atto finale di un progetto, la sintesi di un pensiero – afferma Denis Curti, Direttore artistico di SI FEST -. Senza idee le immagini non stanno in piedi. La fotografia ha bisogno di una specifica grammatica che si chiama progettualità. Per questo motivo, attorno a questo linguaggio ambiguo è necessario costruire percorsi di comprensione e confronto”.

“Il Premio che oggi viene consegnato a un gruppo di giovani di talento – aggiunge Federica Muzzarelli, professoressa ordinaria di Fotografia e Cultura visuale dell’Università di Bologna - è la partenza migliore che potevamo augurarci per avviare con convinzione la collaborazione tra Università di Bologna, nello specifico il Dipartimento QUVI di Rimini, e Comune di Savignano sul Rubicone”.

“Faccio i complimenti a Emma Buccella, Maria Elisabetta Coffari e Edoardo Massa, autori del progetto vincitore – conclude il Sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini - perchè hanno colto in pieno le linee che abbiamo condiviso con Denis Curti: rendere pervasivo il tema della fotografia a Savignano, fare "sentire la fotografia addosso". Questo progetto risponde appieno al lavoro che abbiamo intenzione di fare sulla città, affrontandolo in modo organico e complessivo. La collaborazione con l’Alma Mater concorre a realizzare un altro obiettivo centrale, fare rete tra le diverse istituzioni culturali, oltrepassando i confini e aprendo gli orizzonti. Quest’anno il SI FEST porterà le mostre nelle vie cittadine, strada per strada, vicolo per vicolo, un invito a godere i luoghi più belli e nascosti di Savignano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’iniziativa del Premio si colloca all'interno del progetto IDE - Reconstruction of identities, che vede il Comune di Savignano sul Rubicone capofila di un partenariato europeo di cui fanno parte la spagnola Ad Hoc Gestión Cultural di Saragozza, l'olandese agenzia Noor di Amsterdam e il Copenhagen Photo Festival e grazie al quale Savignano ha ottenuto un finanziamento europeo. Mission di IDE, la ricostruzione dell’identità di un territorio e di una comunità attraverso il linguaggio della fotografia contemporanea, e rappresenta – per questo - la migliore opportunità per avviare una riflessione sulla progettazione di interventi in grado di contraddistinguere e dare forma alla relazione “Savignano sul Rubicone” e “fotografia”. Da tale premessa è nata la partnership con l'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna per promuovere un bando per una ricerca sullo sviluppo del tema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Due anni di scavi per far emergere un pezzo di storia, anche il campo militare che ospitò Cesare

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Positiva una bambina di prima elementare, in quarantena 19 alunni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento