"Gestione abusiva di rifiuti", la Polizia Muncipale confisca un terreno

Con la condanna il Tribunale di Forlì ha anche applicato la pena accessoria della confisca del terreno, in applicazione della legge che disciplina la gestione dei rifiuti e gli illeciti ambientali

Nel mese di febbraio del 2013 la Polizia Municipale di Cesenatico accertò che in un'area a destinazione agricola in via San Pellegrino erano stati sversati rifiuti speciali non pericolosi, per lo più rappresentati da materiali di scavo e da rifiuti misti da costruzione e demolizione. Nell'area erano anche presenti due piccoli manufatti abusivi. Le indagini hanno condotto ad accusare il proprietario dell'area, un imprenditore 65enne di Gatteo di origine teramana, di abuso edilizio e di illecita gestione di rifiuti finalizzata allo smaltimento.

Gli elementi probatori raccolti nella fase investigativa (tra cui foto aeree acquisite dalla banca dati del Corpo Forestale dello Stato, informazioni testimoniali) hanno portato, all'esito, all'emissione di un decreto penale di condanna (applicata una pena pecuniaria di 15.900 euro) ora esecutivo. Con la condanna il Tribunale di Forlì ha anche applicato la pena accessoria della confisca del terreno, in applicazione della legge che disciplina la gestione dei rifiuti e gli illeciti ambientali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora il terreno, che ha un'estensione di 4.752 metri quadrati passa alla proprietà dello Stato. "In questa fase - spiega Alessandro Scarpellini, responsabile del Servizio Polizia Municipale - è allo studio la fattibilità di richiedere al Demanio dello Stato l'assegnazione del terreno in favore del Comune di Cesenatico, verificata la convenienza economica (l'area va bonificata dai rifiuti sversati), che poi potrebbe iscriverlo al proprio patrimonio e disporne l'alienazione. Si tratta di un esempio, probabilmente tra i primi in zona, di concreta applicazione di una norma diretta all'aggressione del patrimonio immobiliare utilizzato per la commissione di reati ambientali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento