menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Irst, galà musicale per sostenere la ricerca innovativa sul tumore al seno

In particolare i proventi della serata saranno indirizzati a sostenere il Progetto IART, una nuova metodica sperimentale ideata dal dott. Giovanni Paganelli, Direttore della Medicina Nucleare IRST IRCCS, per il trattamento post-operatorio del tumore al seno

Lunedì 1 dicembre, alle ore 21, si terrà presso il Teatro "Bonci" di Cesena il IV° Galà musicale natalizio intitolato “Musica ed emozioni: dal classico al jazz”, organizzato dai club di Cesena (Rotary Club Cesena, Rotaract Club Cesena, Panathlon Club Cesena, Round Table 3 Cesena, Agorà Cesena, Ladies’ Circle 3 Cesena, Lions Club Cesena) e da alcune associazioni di promozione culturale per raccogliere fondi a favore dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) IRCCS.


In particolare i proventi della serata saranno indirizzati a sostenere il Progetto IART, una nuova metodica sperimentale ideata dal dott. Giovanni Paganelli, Direttore della Medicina Nucleare IRST IRCCS, per il trattamento post-operatorio del tumore al seno: “L’obiettivo della mia ricerca – spiega il dott. Paganelli - è quello di avere un’alternativa egualmente efficace ai lunghi periodi di radioterapia a cui una paziente deve attualmente sottoporsi dopo l’intervento. La tecnica IART consiste in una semplice iniezione locale di specifici farmaci radioattivi abbinata ad una singola seduta di radioterapia. E’ facile comprendere quanto, una volta compresa l’efficacia di questa tecnica, si potrebbe migliorare la qualità di vita delle pazienti, l’impatto sociale e anche quello economico sul sistema sanitario nazionale. Si tratta di uno studio che ha già dato promettenti risultati nelle sue prime fasi di sperimentazione; ora occorre passare alla fase di validazione vasta, partendo dall’IRST per coinvolgere centri in tutto il mondo. Essendo una ricerca cosiddetta “spontanea” e non finanziata da case farmaceutiche, è fondamentale il supporto della società civile attraverso iniziative di raccolta fondi come quella che presentiamo oggi. Si tratta di una sfida, di un sogno e devo dire di essere animato da una forte ambizione al servizio del bene comune che penso stia alla base dell’attività di un ricercatore.”


Continua così, da parte dei Club Service di Cesena, la significativa attività di sostegno alla ricerca oncologica dell’IRST. “Siamo felici di essere riusciti ad organizzare anche quest’anno, grazie alla partecipazione dell’orchestra del Conservatorio “Bruno Maderna”, gli sponsor, le associazioni “Amici del Monte”, “Amici della musica”, “Amici della Biblioteca Malatestiana” e all’aiuto dell’IRST, un’iniziativa che ci sta molto a cuore – dichiara Stefano Valzania, presidente Lions Club Cesena –. La città per ora sta rispondendo bene e auspichiamo di vedere il teatro “Bonci” al completo”.
Negli anni precedenti il ricavato dei Galà musicali è stato prezioso per sostenere l’Oncoematologia IRST di Cesena. Lo scorso anno, invece, i proventi sono stati utilizzati per consentire a una giovane ricercatrice del Laboratorio di Bioscienze IRST di formarsi sui più innovativi trattamenti contro il glioblastoma, uno tra i più aggressivi tipi di tumore al cervello, presso una prestigiosa università statunitense.


“Come rappresentante dell’Amministrazione comunale – aggiunge Christian Castorri, Assessore alla cultura e Promozione del Comune di Cesena – non posso che ringraziare chi ha reso possibile questa iniziativa di forte valore culturale. Il fatto che eccellenze culturali del nostro territorio quali il Conservatorio ‘Maderna’ e il teatro ‘Bonci’ si siano unite all’IRST, ai clubs  service e ad alcune associazioni è già garanzia di un indiscusso successo che avrà un impatto positivo sulla cittadinanza”.


IL CONCERTO - Il galà sinfonico, eseguito dai giovani e talentuosi musicisti dall’orchestra del Conservatorio “Bruno Maderna” diretta dal M° Giorgio Babbini, spazierà fra diversi generi musicali, anche contrastanti fra loro, appartenenti a epoche e culture diverse. Ospiti della serata saranno due allievi solisti, la cantante jazz Marta Raviglia e il saxofonista Emiliano Rodriguez: “Il programma di quest’anno – chiosa il professor Babbini – è molto vario. Ho pensato di predisporre i brani, alcuni anche riarrangiati da me, seguendo un ordine cronologico in un crescendo di colori; il repertorio comprenderà, ovviamente, anche immancabili melodie natalizie”.


Alla fine del concerto tutti il pubblico sarà invitato ad un brindisi augurale presso il locale “La Cantera” adiacente al teatro.
Sarà possibile acquistare il biglietto direttamente la sera dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro o nei giorni precedenti in prevendita (apertura biglietteria Bonci, piazza Guidazzi, dal martedì al sabato ore 10-12:30 e ore 16:30-19,00; tel. 0547 355959 per informazioni). Il costo del biglietto è di 20 € per platea e palchi di I e II ordine; 15 € per i palchi di III e IV ordine e 10 euro per loggione (non in prevendita).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento