Cronaca Bagno di Romagna

Bagno di Romagna, smascherato il ladro di tombe: è un "nonnino" di 89 anni

È stata la perquisizione effettuata mercoledì a dare una conferma definitiva a quelli che, a prima vista, sembravano sospetti infondati, vista l'età avanzata dell'indagato.

Smascherato il ladro di tombe che da diversi mesi interessava i cimiteri bagnesi. La sorpresa dei carabinieri di San Piero è stata tanta, quando, a conclusione delle indagini, tutti gli indizi hanno portato ad un sampierano di 89 anni, residente in paese. È stata la perquisizione al suo domicilio effettuata mercoledì, però, a dare una conferma definitiva a quelli che, a prima vista, sembravano sospetti infondati, vista l’età avanzata dell’indagato.

Nella sua abitazione, infatti, sono stati trovati numerosi oggetti sacri, statuine, cavi di rame, pezzi di motore e grondaie, provenienti dai cimiteri locali. Per l’anziano è scattata, quindi, la denuncia in stato di libertà per ricettazione, alla quale si è aggiunta anche l’accusa di detenzione illecita di oggetti atti ad offendere.

Il vecchietto infatti aveva nella propria auto tre coltelli ed una roncola, forse per difendersi ed assicurarsi la fuga nel caso fosse stato colto in flagranza durante le sue incursioni notturne ai cimiteri. Chi è stato vittima di sottrazioni dalle lapidi dei propri cari di oggetti o statuine può recarsi alla stazione di San Piero in Bagno per tentare un riconoscimento.

I colpi che ormai da un anno venivano messi a segno ai danni delle tombe dei defunti e, a volte, delle grondaie in rame dei campisanti bagnesi, avevano turbato la popolazione tanto da spingere alcuni cittadini a formare un comitato spontaneo per chiedere a gran voce di assicurare alla giustizia il responsabile di tali misfatti. E così è stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di Romagna, smascherato il ladro di tombe: è un "nonnino" di 89 anni
CesenaToday è in caricamento