Fondamenta: "Tornano i bidoni in via Zavalloni e sparisce il 'porta a porta'. Perchè?"

L'attivista di Fondamenta e residente in via Zavalloni, racconta la vicenda che riguarda la raccolta dei rifiuti sulla strada da tempo al centro delle cronache

Nicola Orofino, attivista di Fondamenta e residente in via Zavalloni, racconta la vicenda che riguarda la raccolta dei rifiuti sulla strada da tempo al centro delle cronache. "Da qualche giorno erano ricomparsi i cassonetti dell'immondizia all'inizio della via, una via con diverse case e lunga più di 2 chilometri. Io personalmente mi ero interrogato, insieme ad altri residenti, sul perché di questa mossa; ho provato io stesso a sentire in Comune ma, probabilmente complici le ferie di ferragosto, non sono riuscito a parlare con nessuno. Indagando con i vicini, è emerso che in prossimità di dove sono ricomparsi i cassonetti pare che uno dei residenti abbia avviato una raccolta firme per riottenere il cassonetto degli sfalci in quanto possiede diversi ulivi e altri alberi".

"Data questa premessa, stamattina si sono presentati degli operai di Hera incaricati di ritirare tutti i bidoncini del porta a porta, senza che il Comune avesse dato notizia di ciò in nessun modo, e senza che il Quartiere Oltresavio si fosse attivato per verificare le reali necessità e situazione. Al rifiuto mio e di praticamente tutti gli altri, anche perché volevamo capire che cosa stesse succedendo, l'incaricato ha risposto che, a prescindere dal conferimento o meno a loro dei bidoncini, la raccolta porta a porta in via Zavalloni risulta sospesa già a partire dalla prossima settimana. Questo, ripeto, senza aver ricevuto nessuna comunicazione e senza che vi sia la volontà effettiva dei residenti ma – forse – di quell'unico individuo che si ritrova i cassonetti davanti a casa propria. Speriamo che il Comune faccia chiarezza in questa storia, che ci sia un incontro in Quartiere di confronto sul tema e, soprattutto, che effettui un passo indietro, ritiri definitivamente i cassonetti in strada e mantenga il servizio di raccolta porta a porta come, del resto, in tutta la città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se l'obiettivo - conclude Orofino - è davvero quello di aumentare la raccolta differenziata e di arrivare alla tariffa puntuale, occorre fare passi avanti con i servizi e l'organizzazione e non tornare indietro, così come è importante confrontarsi prima e meglio con i diretti interessati nelle sedi opportune, a partire dal Quartiere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Dopo l'influencer al Grande Fratello Vip una cesenate a Uomini e Donne: "Voglio conquistare il tronista"

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento