menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eletto il nuovo consiglio provinciale: vince la lista cesenate. Buda: "Prevale il nostro nuovo progetto politico"

Si sono tenute in Provincia le elezioni del nuovo consiglio provinciale, che resterà in carica per il prossimo biennio. Si tratta di elezioni "di secondo livello"

Si sono tenute in Provincia le elezioni del nuovo consiglio provinciale, che resterà in carica per il prossimo biennio. Si tratta di elezioni “di secondo livello” e quindi l’elettorato è limitato ai sindaci e ai consiglieri comunali del territorio provinciale. Il voto è “ponderato”, vale a dire ha un peso diverso a seconda del votante, in base ai criteri di rappresentatività della popolazione del relativo comune di appartenenza. Dei 409 aventi diritto hanno votato in 300.

Le elezioni hanno visto concorrere tre liste:  due “miste” con candidati di centro-sinistra e centro-destra assieme (nel presupposto implicito che in Provincia non ci sono divisioni politiche): una per il territorio forlivese e l’altra per quello cesenate. Si è presentata poi una terza lista con esponenti di centro-destra (Lega Nord e Fratelli d’Italia e parte di Forza Italia) con caratteristiche “politiche”.

La lista “istituzionale” del Forlivese ha eletto consiglieri provinciali i sindaci Daniele Valbonesi (Santa Sofia), Giorgio Frassineti (Predappio), Mauro Grandini (Forlimpopoli), Gabriele Zelli (Dovadola). Eletto con la stessa lista Fabio Fabbri, esponente di Forza Italia a Meldola. La lista “istituzionale” del Cesenate ha portato a casa un consigliere in più: gli eletti sono i sindaci Matteo Gozzoli (Cesenatico), Monica Rossi (Mercato Saraceno), i consiglieri cesenati Pd Chiara Santero e Davide Ceccaroni, il vicesindaco di San Mauro Pascoli Cristina Nicoletti e Lina Amormino, in quota lista “Per Buda” di Cesenatico. La terza lista ha eletto Deniel Casadei, assessore di centro-destra a Gatteo.

Per quanto riguarda la rappresentanza territoriale, dei 12 consiglieri 7 sono del Cesenate e 5 del Forlivese (si aggiunge il presidente della Provincia Davide Drei). Cesena è rappresentata con 2 consiglieri, Forlì con nessuno. In Consiglio siedono 2 amministratori di Cesena (Ceccaroni, Santero), 2 di Cesenatico (Gozzoli, Amormino),  2 del Rubicone (Casadei e Nicoletti), 1 della Valle del Savio (Rossi), 5 del comprensorio forlivese (Meldola, Forlimpopoli, Santa Sofia, Dovadola, Predappio), nessuno della città di Forlì.

I COMMENTI – L’unico a commentare le elezioni, che altrimenti sarebbero cadute nel più totale silenzio, è Roberto Buda, complimentandosi con il risultato del suo ex assessore Lina Amormino, risultata la prima degli eletti al voto ponderato. Per Buda si tratta dell’affermazione di un nuovo progetto politico. Scrive Buda: “Dopo tanto fango e tanta invidia alla fine ha vinto la credibilità e la passione.  Il progetto nato a Cesenatico, che in altri comuni stava già crescendo, ottiene un altro grandissimo risultato. La Consigliera Comunale Lina Amormino è risultata la più votata in tutta la Provincia con ben 6765 voti ponderati. Questo dimostra che la squadra è forte e si sta allargando. Lina ha battuto anche il Sindaco Gozzoli arrivato terzo con 5897 voti ponderati. Drudi e Tavani, gli altri due candidati di Cesenatico, non figurano neppure nei primi 12, Tavani ha preso zero voti. Continua quindi a crescere anche in Provincia questo bel progetto, attorno a persone che si sentono desiderose di fare il bene del proprio territorio e non si riconoscono nello strapotere del PD”. 

“Purtroppo il rancore e l’invidia manifestati da alcuni esponenti del centro destra hanno, ancora una volta, mostrato l’ottusità e l’inconcludenza di certi politici locali. E’ ora di rottamare chi ormai rappresenta poco o niente nel nostro territorio e ogni volta che si muove distrugge invece di costruire. La fantomatica "terza lista" ha raccolto poco di più dei voti che Lina ha ottenuto da sola. Sta crescendo infatti una seria alternativa al PD, non solo a Cesenatico ma in tutta la Provincia, fatta da persone appassionate della politica, ricche di passione e competenza. Questo è merito anche di tutti quei consiglieri comunali della nostra Provincia che hanno votato la Lina nonostante tutto il fango gettatoci addosso in questi giorni. Ed ora dobbiamo continuiamo a lavorare con ancora più passione e coraggio”, conclude l’ex sindaco di Cesenatico Roberto Buda.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Un importante alleato in tempi di Coronavirus: il saturimetro

Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento